ESCLUSIVA CITTACELESTE FM – Boldrini: “Lazio, mercato deludente”

ESCLUSIVA CITTACELESTE FM – Boldrini: “Lazio, mercato deludente”

Boldrini analizza il momento della Lazio

boldrini,lazio,formazione

ROMA – Ai microfoni di Cittaceleste Fm, in onda dal lunedì al venerdì dalle 17,30 alle 19,30 sugli 88,100 di Elle Radio, è intervenuto Stefano Boldrini, inviato della Gazzetta dello Sport da Londra. Ecco le sue parole: “L’avversario è molto forte. Nel girone c’è il Siviglia con Immobile e Llorente sarà una lotta a tre. Che si giochi Mnchester City e Juventus srà un vantaggio per la squadra inglese. Quest’anno sarà un anno meno facile, non è facile sostituire Tevez che è stato più detrminante di Vidal e Pirlo. Sterling, sopravvalutato secondo me strapagato. La Roma non deve sfigurare con il Barcellona che l’ho trovato più fragile, anche se è un eufemismo dirlo. C’è l’Astana una squadra del Kazakstan che mi fa un po’ ridere”.

LAZIO – “Il Dnipro non è un squadra facile, non va sottovalutata. Ho ascoltato quello che dicevi, arrivi terzo in campionato. Stai giocando un grande calcio. Hai un gioiello così inatteso, non era preventivabile che sarebbe arrivata terza. Aggiungila una ciliegina a questa squadra. Klose e Djoerdjevic mancano, ma il mercato è molto deludente. Il sorteggio non ti ha aiutato, la delusione de popolo laziale, è una delusione comprensibile. Il derby se non lo avesse perso sarebbe arrivata seconda. Eccesso di prudenza del mercato. Se l’è giocata male la Lazio”.

PRIMA DI CAMPIONATO – “Lascia un po’ il tempo che trova. Le cosiddette grandi faticano ad arrivare. Sono in tante a stentare. Sorprende la sconfitta della Juventus, ma la vitoria della Lazio è mpportante. Ha qualche allenamento n più sule gambe, aveva una condizione atletica migliore. Quello che mi sorprende si parla già di possibili esoneri. Il calcio è cambiato, c’è un diuvio di parlato. Leggere che Mihajovic rischia, ma credo di no, ma che Castori e Sarri rischino dopo una giornata è diventato tutto schizzofrenico. Certi commenti delusi sulla Lazio ci spuò stare, uno sforzo sul mercato andava fatto. Avrebbe ripagato, se spendevi venti e incassavi trenta, avevi sempre un guadagno di 10 milioni. Volevo un Pioli più incisivo, far vedere un po’ di insoddisfazione.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy