25 aprile 2010: il tifoso della Roma esce Pazzo!

25 aprile 2010: il tifoso della Roma esce Pazzo!

ROMA – Ci sono delle date e delle partite che non possono essere assolutamente dimenticate e che hanno fatto godere come non mai tutti i tifosi della Lazio. Il 25 aprile di quattro anni fa, andava in scena allo Stadio Olimpico una sfida fondamentale per lo Scudetto e per la…

di redazionecittaceleste

ROMA – Ci sono delle date e delle partite che non possono essere assolutamente dimenticate e che hanno fatto godere come non mai tutti i tifosi della Lazio. Il 25 aprile di quattro anni fa, andava in scena allo Stadio Olimpico una sfida fondamentale per lo Scudetto e per la Champions League. La Roma è ad appena due punti dall’Inter e, in caso di successo contro la Sampdoria, avrebbe superato di un punto in classifica la squadra di Mourinho. Le cose si mettono subito bene per la Roma che, dopo appena 14 minuti, passa in vantaggio con Totti.

Ma nella ripresa la squadra blucerchiata si trasforma, la premiata ditta Cassano-Pazzini, sale in cattedra e proprio l’attaccante ex Viola, sigla una doppietta che spegne i sogni di gloria dei giallorossi, la Roma rimane al chiodo a due lunghezze dall’ Inter che, quell’anno, farà un fantastico Triplete, con la Lazio unica squadra capace di batterli nella Supercoppa di Pechino. Indimenticabili le parole dello Special One: “Ci sono squadre che termineranno la stagione con zero titoli, come la Roma che ha grandissimi campioni, e un Milan che terminerà con zero titoli nonostante ha giocatori di grande tradizione.” Profetico Mou che alla fine ha avuto ragione. A fine gara le lacrime di Mexes in panchina, hanno aumentato il momento catartico. Addirittura è stata realizzata una targa in onore dell’allora numero 10 blucerchiato da alcuni tifosi della Lazio in segno di riconoscenza. Ancora oggi, a distanza di quattro anni, i tifosi della Lazio gridano ad alta voce: “Grazie Pazzini!”, tutto il resto è noia.

 

Cittaceleste.it

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy