Ag.Keita: “Club interessati? Parlino prima con la Lazio. Nessuno in Serie A con lui, Anderson e Candreva”. Su Iko: “Grande talento, l’ideale valutare il futuro dopo il ritiro”.

Ag.Keita: “Club interessati? Parlino prima con la Lazio. Nessuno in Serie A con lui, Anderson e Candreva”. Su Iko: “Grande talento, l’ideale valutare il futuro dopo il ritiro”.

(PUBBLICATA IERI ALLE ORE 15.00) ROMA (di Mi.Bor.) – Felipe Anderson già decollato, Cataldi in scia. Questi i due giovani simbolo della Lazio targata Pioli. Sulla pista, motori accesi, ecco poi Keita. Pronto invece nell’hangar Oikonomidis. Si può così metaforicamente raffigurare l’ideale terminal biancoceleste di Formello in cui tanti sono…

(PUBBLICATA IERI ALLE ORE 15.00)

ROMA (di Mi.Bor.) – Felipe Anderson già decollato, Cataldi in scia. Questi i due giovani simbolo della Lazio targata Pioli. Sulla pista, motori accesi, ecco poi Keita. Pronto invece nell’hangar Oikonomidis. Si può così metaforicamente raffigurare l’ideale terminal biancoceleste di Formello in cui tanti sono i talenti in rampa di lancio. Per parlare dei due in attesa di sbocciare completamente, Cittaceleste.it ha contattato in esclusiva il loro agente, Ulisse Savini: “Con Keita parlo sempre, abbiamo un rapporto molto aperto. Il gol non rappresenta un problema quando è supportato da prestazioni positive. Ovvio che rappresenti il giusto coronamento ma l’importante è essere utili alla squadra. Per la mentalità di Keita un assist è come un gol”. Problema realizzativo accantonato resta l’essere oscurati da Felipe Anderson, almeno per il momento: “Felipe per Keita è un amico dentro e fuori dal campo. Lui è molto felice per l’esplosione del brasiliano, si diverte a giocare con lui ed è un suo estimatore. Non c’è assolutamente invidia”. La Lazio lavora su diversi obiettivi. L’arrivo di Morrison e il nome di Dzudszak fanno pensare che la concorrenza potrebbe aumentare…o che Keita possa cambiare posizione, magari diventando un centravanti:Io credo che Keita è un esterno. Faccio un po’ fatica a pensare che possa fare la punta centrale. Se poi arriveranno altri giocatori nella sua posizione credo che debbano essere più preoccupati loro della presenza in squadra di Keita, Felipe Anderson e Candreva. Questi esterni non ce li ha nessuno in Serie A”. L’interesse di tante squadre è noto: “Keita è un giocatore affascinante e anche quando non è nel suo splendore provoca sempre interesse. Credo comunque debbano parlare con la Lazio prima che con me”.

 

 

 

 

Capitolo Oikonomidis, il giovane della Primavera più in evidenza. Futuro in prestito alla Cataldi o restare alla Lazio? “Sicuramente se avrà la possibilità si ritaglierà il suo spazio anche in prima squadra. L’ideale sarebbe fare il ritiro e poi decidere con il club la soluzione migliore come fatto quest’estate e a gennaio quando aveva numerose richieste”. Il profilo di un ragazzo che nonostante la convocazione con l’Australia si conosce ancora poco: “E’ il ragazzo migliore che abbia mai conosciuto da quando faccio questo lavoro. Professionalità, correttezza, rispetto, mai un atteggiamento o una parola fuori posto! Questo, unito al suo talento, lo porterà lontano. Purtroppo non fa notizia perché è un ragazzo semplice, ma è un modello da seguire. Poi sul campo sa esprimersi anche senza timidezza”. La Lazio dei giovani continua a seminare talenti, sperando di raccogliere altri frutti.

Cittaceleste.it

© RIPRODUZIONE RISERVATA – La riproduzione, anche parziale, dell’articolo è consentita solo previa citazione della fonte Cittaceleste.it. I trasgressori saranno perseguibili a norma di legge.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy