Coresi: “A spese nostre trovati appartamenti a Varsavia per i ragazzi, vediamo se il giudice accetterà la loro residenza”

Coresi: “A spese nostre trovati appartamenti a Varsavia per i ragazzi, vediamo se il giudice accetterà la loro residenza”

ROMA – Alessandro Coresi, portavoce del “Comitato” dei genitori dei ragazzi detenuti nel carcere di Bialoleka a Varsavia, è intervenuto ai microfoni di IO TIFO LAZIO, trasmissione condotta da Simone Ippoliti e Federico Terenzi, per dare degli importanti aggiornamenti sulla situazione. Come è la situazione? “C’è stato il rigetto ieri,…

ROMA – Alessandro Coresi, portavoce del “Comitato” dei genitori dei ragazzi detenuti nel carcere di Bialoleka a Varsavia, è intervenuto ai microfoni di IO TIFO LAZIO, trasmissione condotta da Simone Ippoliti e Federico Terenzi, per dare degli importanti aggiornamenti sulla situazione. 

Come è la situazione? C’è stato il rigetto ieri, i legali stanno lavorando per trovare un’ altra soluzione, ora proviamo a mettere la residenza li a Varsavia, per vedere se il giudice accetta, per tirarli fuori dal carcere. Stiamo puntando su questa soluzione qui.”

Uno di questi ragazzi è residenti in Polonia? Il motivo ufficiale è che non sono residenti in Polonia, se uno di questi è residente qui a Varsavia, non te lo so dire, bisogna leggere bene le carte, in quanto ancora non abbiamo avuto l’ accesso e quindi la possibilità di consultare i fascicoli. Oggi ci stiamo adoperando, abbiamo trovato degli appartamenti liberi a Varsavia, fare passi successivi, tutto a spese nostre, stiamo seguendo tutto l’iter burocratico. Appena riceviamo notizie in merito, ci adopereremo ad effettuare il bonifico.” 

 

E’ migliorata la comunicazione lì? Noi la comunicazione la dobbiamo avere con l’ Ambasciata. La comunizione istituzionale c’è, non so ora l’ Ambasciata quello che sta facendo, noi ci stiamo muovendo in questa direzione.

Questo iter riguarda tutti, oppure solo i rinviati a giudizio? Per ora solo per i processati di ieri, per i quali è stata rigettata l’ istanza di scarcerazione. Per gli altri bisogna aspettare le decisioni in merito.

Tempistiche? E’ prematuro, bisogna fare un passo alla volta, vedere la prima parte di oggi. Quello di domenica era un cauto ottimismo. Meglio non parlare di termini esatti o date precise, abbiamo parlato di buona possibilità non una certezza.”

I ragazzi hanno fatto gruppo? Ma bisogna anche dirgli le cose come stanno, qualcuno gli da un po’ più di ottimismo. E’ importante. Non ho mai difeso a spada tratta nessuno, ma capire i fatti come erano successi, quello sì.” Cittaceleste.it

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy