ESCLUSIVA – Accordo Lotito-Galliani per Mihajlovic. Ecco la Lazio di Sinisa: i serbi, Tonelli, Giaccherini… E Candreva al Milan?

ESCLUSIVA – Accordo Lotito-Galliani per Mihajlovic. Ecco la Lazio di Sinisa: i serbi, Tonelli, Giaccherini… E Candreva al Milan?

Il centrale nel 2005 aveva avuto delle divergenze col diesse Tare. Le stesse negli ultimi anni avevano sempre fatto saltare ben due volte – nonostante gli incontri segreti – l’approdo del tecnico serbo a Formello. Adesso quegli antichi dissapori possono essere superati: parola di Sinisa e di Igli

Commenta per primo!
Diavolo

ROMA – Una telefonata di 12 anni fa gli allunga la vita in panchina. Incredibile, Lotito non ha mai dimenticato quella chiamata di complimenti e auguri di Mihajlovic a luglio 2004, proprio quando prese la Lazio. Fu uno dei pochi a congratularsi e il presidente biancoceleste non lo scorderà mai. Ora potrebbe essere arrivato il momento di ripagare quel gesto. Affidando a Sinisa la guida della Lazio nella prossima stagione. La terza, può essere davvero la volta buona, anche se non dipenderà solo da Lotito che – secondo le nostre indiscrezioni – ha già un accordo con l’amico Galliani. Mihajlovic sembra già fuori dal progetto di Berlusconi, una clamorosa vittoria rossonera in finale di Coppa Italia con la Juve potrebbe cambiare ogni scenario? Al momento no, Milan e Lazio vanno a braccetto sullo scambio di panchine. E non solo…

GIORNO DEL DESTINO – C’è un dettaglio fondamentale in più per un eventuale futuro biancoceleste di Sinisa. Ironia del destino, l’indiscrezione arriva a Cittaceleste il 22 marzo, il giorno in cui nel 2000 una punizione di Mihajlovic spezzò le gambe al Chelsea allo Stamford Bridge. Il centrale nel 2005 aveva avuto delle divergenze col diesse Tare. Le stesse negli ultimi anni avevano sempre fatto saltare ben due volte – nonostante gli incontri segreti – l’approdo del tecnico serbo a Formello. Adesso quegli antichi dissapori possono essere superati: parola di Sinisa e di Igli. Il nuovo matrimonio biancocelste insomma si può fare. Ma con delle precise garanzie: stavolta nessuno deve più metter bocca sulle questioni tecniche.

BASE SERBA – L’esperienza a Milanello, in questo senso, inciderà nella testa di Mihajlovic, Basta intromissioni dirigenziali sulle sue scelte, non le accetterà più. E allora come sarà la Lazio di Sinisa? La solida base serba già c’è a Formello, ma – incredibile, eppure vero – lo stesso allenatore dei Balcani potrebbe rovesciarle. Con lui Bisevac giocava nel 2012/13, ma quando era ct della Nazionale Mihajlovic si lamentava proprio della sua scarsa tenuta fisica. Sinisa ritroverà a Formello Dusan Basta, un vero motorino inarrestabile persino sotto porta con la sua guida tecnica.  E’ stato poi proprio l’attuale allenatore del Milan a lanciare Djordjevic, l’unico attaccante che potrebbe rimanere anche il prossimo anno, ma non sarebbe comunque la sua prima scelta.

NUOVA LAZIO – Con Mihajlovic possono arrivare Tonelli per la difesa e Immobile per l’attacco, piacciono entrambi per rifondare la Lazio che verrà. E che avrà comunque una giovane base serba: Sinisa ammira tanto Milinkovic, lo aveva già seguito nelle nazionali giovanili. Con lui sarebbe senz’altro un centrocampista inamovibile per il futuro. Compito di Sinisa sarebbe anche quello di convincere Biglia e Parolo a restare: li aveva chiesti, li avrebbe voluti entrambi in estate a Milano. A Formello ritroverebbe insomma per lui un ottimo materiale su cui lavorare, col suo carattere, una Lazio da rianimare e a plasmare. Qualcuno andrà comunque via, non è un caso che Lotito stia trattando Giaccherini: Candreva ha chiesto la cessione, può portare in cassa 25-30 milioni, il Milan aveva davvero strappato una prelazione?

Cittaceleste.it

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy