ESCLUSIVA DOPO-PIOLI – Lotito a Salerno ha già parlato con Vrenna per liberare Juric. Tare spinge per Di Francesco

ESCLUSIVA DOPO-PIOLI – Lotito a Salerno ha già parlato con Vrenna per liberare Juric. Tare spinge per Di Francesco

Le notizie di oggi rilanciano Prandelli e Oddo, nei pensieri del ds rimane però forte la stima proprio per Di Francesco, in imbarazzo davanti alle ultime domande dei cronisti. Guidolin non ha mai convinto il presidente biancoceleste

Juric

ROMA – Da uomo dei miracoli a Yesman dei tristi oracoli: “Inutile illudersi ancora parlando di quinto posto”, ha bisbigliato lapidario Pioli nel post-partita contro il Sassuolo. Senza però stavolta lasciar trapelare, fra le righe, che il suo futuro sarà in discussione a fine stagione. Eppure lo sarà, eccome. Non c’è nessuna clausola legata al piazzamento in classifica nel suo contratto sino al 2017, ma Lotito da mesi sta studiando un modo (licenziamento per giusta causa o altri stratagemmi) per liberarsene,. Chissà che Stefano da Parma – senza un’altra Europa nel curriculum – non se ne vada da signore, anche se qualche settimana fa lo aveva escluso. C’è anche il tecnico, con tutta la tuta, ormai nell’occhio del ciclone dei tifosi. Troppo spesso nel pallone, lì dove rotolano pure bizzarri concetti.

CONFUSIONE – E’ in confusione totale, Pioli, bofonchia frasi fuori da ogni logica: “Questo è il primo tempo migliore della stagione”. Con appena una capocciota di Parolo fuori dallo specchio della porta? Eppure sentitelo ancora: “Djordjevic fa un gran lavoro”. Sì, contorcendosi sui difensori del Sassuolo. Ma un centravanti non dovrebbe mirare e segnare? Filip nemmeno la punta, la porta, ma Pioli lo lascia lì in campo come un palo della luce che non illumina nessuno. Spera ancora di recuperare un amico Felipe, ma Anderson è il primo a tradirlo. Candreva si sente invece ormai scaricato dall’allenatore da mesi, da quando a luglio gli è stata strappata dal braccio una fascia per darla a Biglia, unico alleato spesso in buca.

AZIENDALISMO – E’ abbandonato da tutta la squadra, Pioli. In un modo o in un altro, non c’è davvero più nessuno ad aiutarlo. Adesso si becca pure i fischi dei tifosi. E pensare che la scorsa stagione i laziali lo amavano, con lui cantavano tutti “Vola Lazio vola”. Oggi che i biancocelesti sono tutti sull’orlo del precipizio, persino il tecnico è pronto a essere buttato giù dalla torre dopo Lotito e Tare. Non come i principali responsabili, ma anche lui ha le sue colpe. Aveva maturato un credito pazzesco con il terzo posto dell’ultima stagione, Pioli poteva far sentire la sua voce sul mercato. Invece nemmeno il silenzio, pure la faccia tosta – anzi, da peggior Ballardini – di dire dopo il gong di gennaio: “Sono soddisfatto della mia rosa”. Senza un attaccante, con un difensore – Bisevac – mezzo rotto e un altro – Mauricio – col cartellino giallo (più di tutta la serie A) fisso, con Morrison ancora in squadra: “Non voglio più vederlo”, aveva urlato a Tare in un litigio prima della sfida di Udine. Poi davanti ai microfoni Pioli ostenta un traballante sorrisetto. Magari isterico, ma per molti ora ingiustificabile e patetico.

SCENARI FUTURI – Presto lo tradiranno anche Lotito e Tare. Di facciata sono con lui, alle spalle tramano il ribaltone a giugno. Qualuno oggi rilancia Prandelli e Oddo, nei pensieri del diesse rimane però forte la stima proprio per Di Francesco, in imbarazzo davanti alle ultime domande dei cronisti. Guidolin non ha mai convinto Lotito che, invece, in gran segreto – stando alle nostre indiscrezioni – ha avuto un primo approccio vis-a-vis all’Arechi con l’attuale allenatore del Crotone Juric: “Complimenti”. Dopo la sconfitta della sua Salernitana, il presidente biancoceleste si era intrattenuto a fare un po’ lo “sbruffone” su Anderson e altri conti con il pari collega Vrenna. In quell’occasione però aveva anche sondato il terreno per un’eventuale disponibilità a liberare a giugno l’allenatore 40enne (in scadenza nel 2017) rivelazione della B. Permesso a malincuore accordato, magari con altri interessi. 

Cittaceleste.it

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy