ESCLUSIVA – Firmani: “Varsavia, abuso di potere”

ESCLUSIVA – Firmani: “Varsavia, abuso di potere”

di SIMONE IPPOLITIROMA – Nel corso della trasmissione “IO TIFO LAZIO” in onda su Cittaceleste.it e condotta da Simone Ippoliti, è intervenuto in esclusiva Fabio Firmani agente Fifa che cura gli interessi di Emiliano Alfaro. Con lui si è parlato anche dell’attuale situazione biancoceleste e del tormentone allenatore. Grande simbolo…

di SIMONE IPPOLITI

ROMA – Nel corso della trasmissione “IO TIFO LAZIO” in onda su Cittaceleste.it e condotta da Simone Ippoliti, è intervenuto in esclusiva Fabio Firmani agente Fifa che cura gli interessi di Emiliano Alfaro. Con lui si è parlato anche dell’attuale situazione biancoceleste e del tormentone allenatore. Grande simbolo per la tifoseria laziale, Fabio ha parlato anche della situazione dei 3 ragazzi ancora rinchiusi nel carcere di Bialoleka. 

Sulle questioni di mercato e la situazione di Alfaro: “Emiliano sta recuperando da un infortunio un po’ fastidioso, ma a breve sarà pronto. Vedremo cosa deciderà la società se sarà il caso di cederlo in prestito. Il giocatore – aggiunge Firmani – è un attaccante centrale, brevilineo che vede bene la porta, ma ha caratteristiche differenti rispetto a Floccari e Klose. In buone condizioni fisiche, poteva toranre utile alla causa biancoceleste. Purtroppo questo non è accaduto. Al momento non ci sono offerte per lui, ma questo è naturale. Si sta allenando per tornare al 100% e i club vorranno valutarne le condizioni in un secondo momento”. 

Telenovela allenatore, con Petkovic futuro c.t della Svizzera: “Penso che sia stata la decisione giusta quella di cambiare allenatore. Sinceramente, non è mi è piaciuto l’atteggiamento di Petkovic, che praticamente parlava da c.t. della Svizzera. Così facendo, la squadra è difficile che ti possa seguire nel corso della stagione. Spero che comunque si trovi un accordo tra lui e il Presidente Lotito e una via d’uscita per risolvere questa situazione”.  

 

Il ritorno di Edy Reja, un tecnico che Fabio Firmani conosce molto bene:“Ho un ottimo rapporto col mister e lo conosco da tanti anni, prima al Vicenza e poi alla Lazio. E’ un grande motivatore. Penso che sia la scelta giusta per la Lazio. Conosce bene l’ambiente e soprattutto gran parte dei giocatori. Già in questi 6 mesi può raggiungere risultati importanti, come del resto fece nel suo primo mandato sulla panchina della Lazio. Una delle sue doti principali è quella di essere pratico, sia nel rapporto con i giocatori sia nelle scelte tattiche, esaltando le loro caratteristiche con i ruoli a loro più congeniali. Vedremo certamente Hernanes alle spalle di Klose”. 

Sul prossimo match di campionato e gli obiettivi stagionale della Lazio: “Contro l’Inter ci sarà certamente una reazione. E’ troppo importante fare bene proprio nella prima partita di campionato del 2014. L’Inter è una squadra di valore, vedremo una bella partita. Gli obiettivi? Difficile pensare ad un piazzamento in campionato utile per una qualificazione in Europa. Ma le due coppe invece, possono essere un percorso da seguire. Specialmente l’Europa League, è una competizione che va onorata e sono certo che la Lazio lo farà anche quest’anno. Per troppe volte invece è stata snobbata dai nostri club, comportamento che in Italia non ci possiamo permettere. Se partecipi a questi livelli, devi giocare per fare bene e vincere. A volte invece viene percepita come un peso”. 

Sulla triste vicenda dei tifosi biancocelesti, ancora bloccati nel carcere di Varsavia: “Ho seguito con attenzione quello che è successo. Speravo con tutto il cuore che tutti tornassero a Roma prima delle vacanze di Natale. Purtroppo questo non è successo. Non siamo noi a dover giudicare l’accaduto, ma vista dall’esterno è una cosa scandalosa. Penso proprio che ci sia stato un abuso di potere nei confronti di questi ragazzi. Mi ha fatto male quello che è successo – conclude Firmani – speriamo che si possa chiudere al più presto questa brutta pagina”.

Cittaceleste.it

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy