ESCLUSIVA – Il Werder: “Anche 7 milioni troppi per Onazi”. La Lazio ne aspetta 5 per un nome top secret a centrocampo: “Cigarini? Costa 8 milioni, non c’è nulla per Matri né per Dramé”

ESCLUSIVA – Il Werder: “Anche 7 milioni troppi per Onazi”. La Lazio ne aspetta 5 per un nome top secret a centrocampo: “Cigarini? Costa 8 milioni, non c’è nulla per Matri né per Dramé”

Lotito può fare uno sconto con i mano i soldi subito. Escluso l’acquisto di Tissone, rimane in ballo Nocerino, dopo la chiacchierata Lotito-Galliani a Natale a Cortina. In uscita rimane caldo anche il nome di Keita

Commenta per primo!
Onazi

ROMA – Ormai è chiaro: la Lazio ha bisogno dei soldi di Onazi per fare almeno un colpo di mercato. E’ questo il gioco a incastro nei prossimi 5 giorni, non un problema d’abbondanza della rosa biancoceleste. Il Werder Brema si è già accordato col giocatore per 600mila euro sino alla fine della stagione e altri 1,2 milioni per l’annata successiva. Il vero ostacolo rimane l’offerta alla Lazio: rifiutati 700 mila euro per il prestito e altri 4,5 milioni versati a fine stagione. Lotito continua a chiederne 7-8: «Per noi sono comunque troppi», assicura il direttore sportivo del club tedesco Thomas Eichin. Che nelle ultime ore ha anche bussato agli “amici” della Juventus per trovare un sostituto all’infortunato Philipp Barfrede: «Ma anche le seconde linee bianconere hanno parametri economici che non si sposano con le nostre possibilità».

SOLO OFFERTE CASH – Onazi sta facendo pressioni alla Lazio, vuole raggiungere l’amico Ujah in Bundesliga, ma ha solo una chance: il Werder deve offrire 5 milioni cash, solo così potrebbe far breccia nell’intransigenza biancoceleste. Lotito è disposto allo sconto, purché abbia subito il denaro da reinvestire in questo mercato di gennaio. Altrimenti il nigeriano non si muove: discorso fatto, fra le righe, anche alle altre pretendenti Newcastle e Swansea. La società gallese aveva fatto un sondaggio con 500mila euro e 9,5 milioni in estate pure per Keita. Proposta rispedita al mittente: quattrini freschi subito o non se ne parla.

CENTROCAMPO – La sensazione è che la Lazio abbia in mano un centrocampista (e non il difensore Cabral, se non si muove Gentiletti verso Empoli o Mauricio verso l’Amburgo) per andare a rinforzare il reparto: escluso l’acquisto di Tissone, rimane in ballo Nocerino, dopo la chiacchierata Lotito-Galliani a Natale a Cortina. C’è però pure un altro nome top secret nella lista. Sfumata l’idea – nascosta sottotraccia – Mandragora (già acquistato dalla Juve), l’operazione più intelligente riguarderebbe comunque un vice-Biglia. Ma anche per i sogni non certo impossibili servono i quattrini. Il Napoli non sembra volersi privare di Valdifiori prima dell’estate. E poi, per intenderci, l’Atalanta chiede 8 milioni per il ventinovenne Cigarini: «Altrimenti non ce ne priviamo». 

ASSE CON BERGAMO – La Dea Bendata non guarda in faccia nessuno, Percassi nemmeno l’amico Lotito, con l’intermediazione di zio Edy: «Trovo assurdo che sia uscito il nome di Dramé. Non solo non c’è una trattativa, ma a 30 anni non è nemmeno un profilo da Lazio». Discorso chiuso anche per Matri, in un eventuale percorso inverso: «Io non l’ho mai chiesto, anche se è vero che stiamo cercando qualcuno per l’attacco». E tre gol in 21 giornate alla Lazio, non rappresentano certo un curriculum appetibile. Nemmeno per l’Atalanta.

Cittaceleste.it

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy