Longini: “Manca compattezza”

Longini: “Manca compattezza”

di FEDERICO TERENZI ROMA – Marica Longini, agente Fifa è da sempre tifosissima della Lazio. Difende i colori della Prima squadra della Capitale, con la sua bellezza e grande sensualità, mista ad un acume e grande professionalità che non guastano mai, a Diretta Stadio, la trasmissione in onda su 7…

di FEDERICO TERENZI

ROMA – Marica Longini, agente Fifa è da sempre tifosissima della Lazio. Difende i colori della Prima squadra della Capitale, con la sua bellezza e grande sensualità, mista ad un acume e grande professionalità che non guastano mai, a Diretta Stadio, la trasmissione in onda su 7 Gold. “Per fare questo mestiere ci serve polso” ammette. Oggi si racconta in esclusiva a cittaceleste.it.

Come è diventata tifosa della Lazio?

Quando ero piccola andavo a vedere le partite a Roma, c’era un figlio di un amico di mio padre che andava a vedere gli allenamenti della Lazio e andavo a vederli con lui. Mi sono legata alla Lazio, andando a vederla sempre. Motivi sentimentali, in un secondo momento. Conosco tutti, dal cuoco, ai massaggiatori, tutti dello staff biancoceleste. Prima di essere stata legata sentimentalmente ad un giocatore della Lazio, sono stata anche fidanzata con un tifoso laziale. Era scritto nel mio destino.

Il giocatore più sexy della Lazio?

 

“Secondo me Lorik Cana decisamente.”

 

Che voto da all’ operato di Petkovic?

 

Considerando sia lo scorso anno che quest’anno un 7 glielo do. Considero lo scorso anno, un tecnico che è arrivato una piazza molto calda, vado spesso a Roma, conosco bene l’ambiente, Petkovic è riuscito comunque a farcela, in una piazza come questa, vincendo una storica Coppa Italia. Quest’anno ci si aspettava qualcosa di meglio. Considerando un mercato poco produttivo, come sarebbe dovuto essere, I nuovi si fanno vedere solo adesso. Quest’anno gli avrei dato anche 8. E’ una persona molto valida, dal punto di vista umano e professionale, conosco molto bene sia lui che la moglie.

 

 

Un aggettivo per descrivere Lotito?

 

Io direi dignitoso. E’ una accezione positiva, non è facile fare mercato. Ha consentito alla Lazio di stare in alto in classifica, non tutte le ciambelle nascono con il buco. Giocatori che non si integrano bene. Non è detto che spendendo tanti soldi, si riescono a fare buoni risultati. Non c’è un accezione tra più spendi più vinci. E’ stato anche bravo a fare mercato, è chiaro che si può sbagliare. Se prende tre elementi, se ne sbaglia due su tre c’è qualcosa che non va. Se sbaglia tre su tre, non c’è niente da fare. Milan e Inter non hanno intenzione di spendere soldi. Può anche capitare che i giocatori non si integrino bene con l’ ambiente. Io non avrei venduto Libor Kozak all’ Aston Villa. Considerando l’ Europa League, se non prendi un altro attaccante, che possa consentirti un ricambio, vai in difficoltà e lui si presentava come capocannoniere della competizione. Ho visto Marco Reus, in occasione di Italia-Germania, è un campione che sognerei alla Lazio, ma non solo della squadra capitolina, è l’oggetto del desiderio che ogni appassionato di calcio vorrebbe vedere nella propria squadra.

 

Di cosa ha bisogno la Lazio per recuperare in campionato?

Ho visto tutte le partite, altre in trasmissione e allo stadio. Quello che ho visto io, manca la compatezza. Se la Lazio fa delle cose buone, è frutto di guizzi di singoli. Quando mancano individualità, mi riferisco al goal di Keita contro il Naploi per fare un esempio,, rispetto ad altri che sono riusciti a far bene, non vedo la squadra. La Lazio deve ritornare ad essere squadra, non c’è verve. Nei secondi tempi sbaglia sempre, una grande squadra, non deve perdere la verve e personalità nei 90 minuti. Quando riacquisterà compattezza allora potrà risalire in classifica.

 

Lei agente Fifa donna, una delle poche, in un mondo di maschi. Come se lo spiega. E’ una casta maschile anche questa?

 

Ho desiderato questo, bisogna essere donne di polso per fare questo lavoro.Molte donne entrano nel calcio solo per apparire e magari fidanzarsi con qualche calciatore. Se non si ha la voglia, la competenza e la professionalità, non si va avanti. Senza presunzione, ecco forse perchè siamo poche.”

 

Cosa bolle in pentola per la Lazio nel mercato di gennaio?

 

Io credo qualcosa si farà. Considerando che mi auguro che Petkovic possa dare una scossa alla squadra. Credo che qualcosa si farà in difesa e in attacco. Io sto proponendo giocatori per luglio. Proposte alla Lazio? Mi metti in difficoltà, diciamo che mi avvalgo della facoltà di non rispondere (ride ndr).

 

Che tipo è Tare?

 

Tare il suo lavoro lo sa fare, è riuscito a rimanere nell’ ambiente biancoceleste, lui che non è italiano e farsi apprezzare molto dagli addetti ai lavori, non era facile..E’ rispettabilissimo, sembra che ci sia stato interesse dell’ Inter, sta facendo strada e non può che essere un motivo di orgoglio per lui. Ci conosciamo molto bene, è abile nella sua professione.”

 Un suo pensiero sui tifosi laziali ancora a Varsavia?

 

Io dico che chi ha sbagliato deve pagare, in linea di massima, in proporzione a quello che ha fatto. Se ci sono persone che hanno fatto errori, devono essere punite, ma se veramente hanno fatto qualcosa. Innanzitutto se ci sono dei colpevoli, bisogna stabilire chi è davvero colpevole. Ma chi non lo è non deve essere punito. Conosciamo tutti la polizia di Varsavia e il sistema giudiziario molto rigoroso della Polonia. Mi auguro che possano essere giudicati in Italia, un augurio, visto che siamo in prossimità del Natale che possano riabbracciare le loro famiglie quanto prima. La priorità è capire le responsabilità dei singoli.

 

Gli eventuali colpevoli possono essere estradati in Italia?

 

Ogni Stato ha delle norme specifiche. Di solito per competenze territoriali, l’ imputato deve essere giudicato dove ha commesso il fatto. Di solito ci sono però delle convenzioni internazionali tra Paesi, potrebbe essere che vengano giudicato nel proprio Paese, ora non conosco bene le carte e il procedimento in atto e se esistano delle convenzioni tra Italia e Polonia, ma qualche possibilità potrebbe esserci. Mi auguro che in questo caso vengano giudicati in Italia.”

 

Domani la Lazio affronta il Torino. Un pronostico secco?

 

Io sarò in trasmissione, su Rai2 a Quelli che il Calcio, speriamo di poter esultare. Il Torino è affamato, ha dominato il Genoa, non meritava il pareggio. Considerando che giocherà con Cerci e Immobile, ed El Kaddouri. Vedo un pareggio un 2 a 2, Keita e Floccari per la Lazio e per il Torino El Kaddouri e Immobile. Comunque vada sempre Forza Lazio!

 

Cittaceleste.it

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy