Pizzul: “Marchetti e Candreva in Brasile”

Pizzul: “Marchetti e Candreva in Brasile”

(Articolo pubblicato il 18 novembre) ROMA – Nel corso della trasmissione “IO TIFO LAZIO” in onda su Cittaceleste.it, condotta da Simone Ippoliti e Gigi Corino è intervenuto in esclusiva Bruno Pizzul, la voce storica della nazionale e grande conoscitore di sport, anche per commentare il momento dei biancocelesti Marchetti e…

(Articolo pubblicato il 18 novembre)

ROMA – Nel corso della trasmissione “IO TIFO LAZIO” in onda su Cittaceleste.it, condotta da Simone Ippoliti e Gigi Corino è intervenuto in esclusiva Bruno Pizzul, la voce storica della nazionale e grande conoscitore di sport, anche per commentare il momento dei biancocelesti Marchetti e Candreva.

Prima, un ricordo dell’ultimo e unico precedente tra Italia e Nigeria, lo storico ottavo di finale con doppietta di Roberto Baggio

“Partita molto particolare e mi arrabbiai molto. Ero infastidito dal comportamento di alcuni giocatori della Nigeria che dopo il vantaggio, quasi irridevano i nostri azzurri con colpi di tacco e giocate di fino. Poi, è andata bene, ma abbiamo sofferto troppo. Assurda – commenta Pizzul – l’espulsione nei confronti di Gianfranco Zola, grande professionista e bravissimo ragazzo. Effettivamente, quello fu uno degli episodi sconcertanti di quella partita”.

Ecco la considerazione di Pizzul riguardo all’articolo apparso la scorsa settimana sulla Gazzetta dello Sport che parlava di un eventuale sorpasso di De Sanctis su Marchetti nelle gerarchie nazionali

“Non so che possibilità ci sia di considerarla una notizia di piena affidabilità. Penso che Marchetti sia certamente nella lista del commissario tecnico per il mondiale in Brasile. Non è probabile un ritorno di De Sanctis che ha dato l’addio alla nazionale. In più, anche le prestazioni in campionato, non lasciano pensare che possa prendere il posto di Marchetti”.

Sull’appuntamento di questa sera della Nazionale di Prandelli contro la Nigeria a Londra, lente di ingradimento sul centrocampo azzurro

“L’assenza di Pirlo si farà sentire. E’ lui l’uomo che da il giusto equilibrio a questa nazionale ed è senza dubbio insostituibile. Effettivamente – precisa Pizzul – questa mediana non è formata da giocatori bravi nell’inserimento che possano creare imprevedibilità. Questo si è visto anche nell’ultima partita contro la Germania. Sono tutti giocatori di riferimento, nessuno con un cambio di passo importante”.

Sulla coppia d’attacco formata da Balotelli e Rossi

E’ molto interessante verificare se Prandelli riuscirà a farsi ascoltare da Balotelli (ride ndr). Il c.t. l’ha detto chiaramente nei giorni scorsi che vorrebbe vedere un attacco con il rossonero punto di riferimento in avanti e Rossi della Fiorentina ad agire alle sue spalle. A volte però, Balotelli tende a tornare troppo e a svariare, a volte sembra che voglia risolvere le partite da solo…”

E a proposito del centrocampo azzurro, ecco il pensiero di Pizzul su Candreva

“Giocatore dalle ottime prestazioni sia in campionato sia in nazionale. Ha mantenuto in questo ultimo anno e mezzo una freschezza atletica di grande livello. E’ un calciatore dotato “di gamba” ed è molto bravo anche in fase difensiva. Penso che nelle gerarchie di Prandelli, sia un importante. Mi pare che abbia una concretezza e un’esperienza sul campo superiore rispetto ai suoi contendenti (Cerci ndr)”.

Cittaceleste.it

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy