ESCLUSIVO – Ruzzi choc: “Maurito ha pianto per la Lazio. Tare? Vi dico io perchè non viene licenziato” E poi la scandalosa rivelazione su Lotito…

ESCLUSIVO – Ruzzi choc: “Maurito ha pianto per la Lazio. Tare? Vi dico io perchè non viene licenziato” E poi la scandalosa rivelazione su Lotito…

Intervista esclusiva realizzata da Cittaceleste nello Speciale Calciomercato di Cittaceleste Tv

1 Commento

 

ROMA – Ai microfoni di Cittaceleste.it e Cittaceleste Tv – dopo il rinvio a giudizio inflitto ieri Tare e Calveri nel caso-Zarate – è intervenuto l’ex procuratore di Maurito, Luis Ruzzi. Che si è concesso ad una lunga e davvero ricca di colpi di scena intervista che vi invitiamo a leggere con attenzione. Ecco le sue parole. “Mi dispiace annoiare la gente Laziale con delle storie vecchie su Zarate. Con storie da tribunale. Maurito purtroppo è il passato. Si sa, che la Lazio lascia i calciatori in Tribunale. E in tutto questo l’assocalciatori non esiste. Tommasi, ad esempio. Dov’è? Tommasi, dove sei? Il sindacato dei calciatori. Sindacato che non esiste. Non sono mai stati d’aiuto. Ci lasciano da soli. Così come hanno lasciato da soli Pandev, Ledesma e tutti gli altri. I calciatori hanno 12-13-14 anni di vita. Se tu 2-3 glieli fai passare in tribunale li rovini. Però una cosa posso dirla. Io credo nella giustizia Italiana. Che sarà pure lenta. Lentissima. Però, c’è. E’ sicura”.

LA STORIA – “E’ successo che nel processo si presentarono Tare e Calveri, dicendo: “Zarate? Dopo Marzo non l’abbiamo più visto“. E il giudice chiaramente gli ha dato ragione, condannando Zarate. E allora la Lazio ne ha approfittato e non ha pagato Maurito. Ma questa era una bugia. Una falsa testimonianza, appunto. Eppure, tutti sapevano che Zarate andava e come a Formello ad allenarsi. Ma loro sicuramente pensavano: “Tanto chi andrà a testimoniare a favore di Zarate? Nessuno”. Però non sapevano che noi nel frattempo stavamo realizzando filmati che provassero come in realtà Maurito ad allenarsi ci andava e come. Filmava il giornale del giorno per far vedere la data. Filmava quello che faceva. Dei video che se li vedeste, vi metterebbero tristezza. Io vi ricordo che Lotito è uno che magari ti prende il calciatore e gli fa: “Oh, non basta mica avere ragione. Devi trovare chi te la dà. Vai all’arbitrato? Quelli sono 3. Io ce n’ho 2, tu uno“. Lotito passa il tempo a dirti questo. Mettendosi poi a ridere. Maurito per i tifosi della Lazio ha pianto. Quando esposero quello striscione contro di lui, io ho visto Zarate piangere. Perchè lui ha potere anche sulla tribuna. Lui – Lotito – va avanti con questi poteri. Ma avete visto che sta facendo con Bielsa? Lui è andato a toccare uno dei personaggi più importanti del calcio Argentino. L’ha preso per i fondelli. Cioè, si sono permessi di offenderlo dicendo: “Beh, se lo chiamano Loco un motivo ci sarà”. Quando invece “Loco” è un modo molto simpatico di dire Argentino. Anche molti miei amici mi chiamano Loco. Ma mica sono pazzo. Ma io dico. Perchè non fanno vedere tutto il contratto? Loro raccontano solo la loro verità. Argentina? Ma quale Argentina. Non c’è nessuno lì in questo momento col potere di scegliere il nuovo allenatore. Purtroppo in Argentina la Lazio è molto importante. Più di quanto possano pensare Lotito e Tare. E quindi ogni volta che la Lazio “parla”, lì tutto diventa notizia. Se Lotito dice che Bielsa non è arrivato alla Lazio per andare ad allenare la Nazionale, lì gli credono tutti. Hanno inventato moltissime bugie. Hanno coinvolto Veron e Sabatini. Veron, ripeto. Rendetevi conto. Si sono inventati una cavolata dietro l’altra. E il problema è che voi giornalisti non siete uniti. Perchè in sala stampa l’altro giorno si sono alzati solo la metà dei presenti? Se Lotito fa un torto a uno, tutti dovrebbero rispondere in blocco. Lotito ci gioca su questa divisione. E ripeto, su Zarate. In tutto questo, dov’è l’assocalciatori? Tommasi!? Dove sei!?!?!? Io l’ho chiamato mille volte, gli dicevo: “Vieni a vedere come si allena il ragazzo“. E lui un giorno mi risponde e mi fa: “Ok, vengo”. Ad un certo punto, il giorno dell’appuntamento, mi chiama e mi fa: “No, oggi non vengo perchè Tare è in Germania”. Ma io dico. Vi rendete conto? Ma chi tutela Tommasi? I calciatori o i datori di lavoro? Comunque. Lotito si presentò dopo da me e mi disse: “Ahhh, hai parlato con Tommasi. Sai quanti voti ha Tommasi? 4. Io ce n’ho 14″. Da quel giorno, sparito Tommasi”.

AFFARI – “Mi chiedo. Perchè Tare non viene licenziato? Semplice. Hanno troppe cose in comune. Hanno degli interessi extra calcistici. Come fa Lotito a mandarlo via. Come fa a togliere Tare dal suo mondo. Dove sceglie l’allenatore, lo chiama, gli dice come deve giocare la squadra. Non può, non può mandarlo via. Sono legati tutti e due. E chi soffre di questo è il popolo Laziale. Poi ve lo dico. Io sono molto dispiaciuto che Zaza e Pellè abbiano sbagliato il rigore. Ma solo l’idea di vedere l’Italia Campione d’Europa, con Lotito e Tavecchio festanti, mi fa venire i brividi. Almeno ci siamo salvati da questa immagine”.

IL FATTACCIO – “A Lotito questa situazione con i tifosi della Lazio gli garantisce altri 15 anni di scorta. Ma è possibile che in Italia noi cittadini, dobbiamo pagare la scorta di questo uomo che continua a provocare il mondo così la scorta aumenta. Ma come funziona? Sai quanto costa Lotito allo stato? Ora vi dico una cosa. L’altra volta, Salernitana-Lanciano. Lotito parte con 3 macchine – perchè lui si porta anche gli amici infrangendo tutte le regole del mondo – ha fatto un incidente che ha coinvolto non so quante macchine. Così ha chiamato il Ministro Alfano da dentro la macchina e a lui l’hanno tirato fuori con la gru, mentre c’erano 30km di coda. E la gente ovviamente non si è accorta che si trattasse di lui. Ma io dico: quanto ci costa tutta questa storia? Hanno chiuso l’autostrada per lui. Ma io dico. Chi lo protegge? Quando c’è un popolo che non lo può più vedere”.

La redazione di Cittaceleste al fine di garantire il massimo della trasparenza si rende ovviamente disponibile ad accettare qualsiasi eventuale risposta da parte della S.S.Lazio in merito.

Cittaceleste.it

 

1 commenti

1 commenti

Inserisci qui il tuo commento

  1. ABBA - 1 anno fa

    Purtroppo tutto quello che ho letto conferma un’opinione diffusa nella città. Secondo molti Lotito è stato messo li dalla politica romana per garantire alla Lazio la sopravvivenza alla gestione sciagurata che c’è stata dopo il presidente Cragnotti. È stato detto che Lotito viene da una famiglia tradizionalmente romanista e infatti lui non essendo un laziale non farà mai una grande Lazio. Lui deve garantire alla Lazio un certo risultato ma non deve arrivare sopra la Roma.

    Rispondi Mi piace Non mi piace

Recupera Password

accettazione privacy