IL PROCESSO – Petkovic-Lazio, non basta un Lotito agguerrito. D’Onofrio (Avv.Petkovic): “A gennaio nuova udienza” – VIDEO&FOTO

IL PROCESSO – Petkovic-Lazio, non basta un Lotito agguerrito. D’Onofrio (Avv.Petkovic): “A gennaio nuova udienza” – VIDEO&FOTO

AGGIORNAMENTO ORE 11.21 DEL 10 DICEMBRE – Tutto rinviato. Il dibattimento sul caso-Petkovic è durato circa 40 minuti ed ha visto protagonista un Lotito molto agguerrito ed in prima linea davanti al giudice. Paco D’Onofrio – uno dei legali di Petkovic – è intervenuto al termine del dibattimento ai microfoni…

AGGIORNAMENTO ORE 11.21 DEL 10 DICEMBRE – Tutto rinviato. Il dibattimento sul caso-Petkovic è durato circa 40 minuti ed ha visto protagonista un Lotito molto agguerrito ed in prima linea davanti al giudice. Paco D’Onofrio – uno dei legali di Petkovic – è intervenuto al termine del dibattimento ai microfoni di Cittaceleste: “Non è stato deciso nulla – ci ha detto – il Giudice non ha ancora preso una decisione. Nel mese di gennaio, avremo un’altra udienza“.


Dibattimento Lotito | Uno di cittaceleste


Dibattimento | Video DUE di cittaceleste

ROMA – Sarà un’udienza prettamente tecnica quello che domattina, presso il Tribunale di Roma – sezione Lavoro – si limiterà a decidere la sede del foro competente in merito al ricorso presentato dall’ex allenatore della Lazio, Vladimir Pektovic, oltreché dal suo ex vice Antonio Manicone e dal suo allora preparatore atletico, Paolo Rongoni, avverso il licenziamento per giusta causa del 4 gennaio 2014 voluto dal presidente della S.S. Lazio, Claudio Lotito. Il giudice dovrà decidere se il dibattimento dovrà tenersi a Roma, presso cui Paco D’Onofrio, legale dell’attuale selezionatore svizzero, ha proposto istanza, oppure a Tivoli, sede di riferimento per il comune di Formello, posto indicato dalla Lazio anche perché luogo di svolgimento dell’attività dei tre soggetti investiti dal provvedimento di licenziamento. In base ai contratti siglati, quello depositato da Petkovic in Figc reca la dicitura “firmato in Roma il…”, mentre i contratti di Manicone e Rongoni – quest’ultimo intanto accasatosi alla Roma – non indicano il luogo della firma. Da questo punto di vista la normativa presenterebbe diverse possibilità: da un lato come detto prevarrebbe Formello in quanto sede di alcuni uffici della Lazio nonché struttura di allenamento, diversamente anche Roma potrebbe essere presa in considerazione, perché Villa San Sebastiano ospita gli uffici del presidente dove, peraltro, vennero convocati Petkovic, Manicone e Rongoni. Domani quindi non si dovrebbe entrare nel merito del ricorso, la cui natura e fondatezza verranno discussi nelle udienze che saranno calendarizzate una volta stabilito il foro competente.

(fonte: Gianluca La Penna/laziofamily.it)

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy