Pancaro: “Lotito sta aprendo ai tifosi. Ora bisogna sedersi ad un tavolo e risolvere tutti i problemi per il bene della Lazio”

Pancaro: “Lotito sta aprendo ai tifosi. Ora bisogna sedersi ad un tavolo e risolvere tutti i problemi per il bene della Lazio”

di SIMONE IPPOLITIROMA – Nel corso della trasmissione “Io Tifo Lazio” condotta da Simone Ippoliti e in onda su CITTACELESTE TV, è intervenuto l’ex biancoceleste Giuseppe Pancaro commentando il momento biancoceleste, la protesta del popolo laziale e il prossimo turno di campionato contro il Cagliari.“Ho letto qualcosa riguardo alle parole…

di SIMONE IPPOLITI

ROMA – Nel corso della trasmissione “Io Tifo Lazio” condotta da Simone Ippoliti e in onda su CITTACELESTE TV, è intervenuto l’ex biancoceleste Giuseppe Pancaro commentando il momento biancoceleste, la protesta del popolo laziale e il prossimo turno di campionato contro il Cagliari.

“Ho letto qualcosa riguardo alle parole del Presidente Lotito ieri in Rai. Penso che abbia aperto un spiraglio per avere un dialogo con la tifoseria. Credo che abbia capito che loro ricoprono un ruolo importante nel calcio. Non so quello che accadrà contro il Milan nella prossima partita casalinga. Ho la sensazione – prosegue Pancaro – che il Presidente stia cercando di fare dei passi verso la gente. Per il bene della Lazio bisogna trovare una soluzione il prima possibile. In questo momento i risultati sportivi vengono messi in secondo piano e anche gli stessi calciatori ne subiscono le conseguenze. Troppi alti e bassi, senza una continuità. Il primo passo da fare è sedersi attorno a un tavolo, dialogare e cercare di ripianare le divergenze”.

Volata finale e speranza di un piazzamento europeo: Non so se la Lazio ce la farà o meno a centrare il sesto punto, ma ha l’obbligo di provarci fino alla fine. Prossimo anno senza coppe? Beh avresti la possibilità di concentrarti unicamente sul campionato, ma in quel caso bisogna vedere quali sono le reali ambizioni del club. Contro il Cagliari, la Lazio troverà una squadra in un buon momento. Ha sempre costruito le sue stagioni proprio tra le mura amiche, ma anche la società sarda sta soffrendo “della malattia biancoceleste”. Anche lì ci sono dei problemi gestionali, tra lo stadio di proprietà, accordi mancati e questo sicuramente non fa bene per il cammino del club nel corso del campionato”.

 

Sugli esterni biancocelesti: “Konko mi piace da un punto di vista tecnico, ma spesso è infortunato. Non eriesce a dare continuità alle sue prestazioni, ma se è in salute è un giocatore importante per questa squadra. Pereirinha alla fine dei conti si è visto poco, non mi sento di dare un giudizio definitivo. Cavanda ha fatto vedere in passato delle buone cose, adesso sta giocando poco. E’ ancora giovane su di lui ci si può lavorare”.

E ironicamente su Helder Postiga e Kakuta?: Nel mercato di gennaio si è fatto poco. Penso però che come sia giusto criticare, bisogna anche riconoscere quando viene fatto un buon lavoro. La Lazio si è mossa bene con Biglia che è un centrocampista molto importante, Keita ha un futuro davanti a sé e infine Perea mi piace molto. Sono state fatte delle buone operazioni”. 

Cittaceleste.it

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy