QUERELLE ZARATE – L’argentino ha fatto un nuovo ricorso a dicembre al Tas contro la Lazio

QUERELLE ZARATE – L’argentino ha fatto un nuovo ricorso a dicembre al Tas contro la Lazio

In data 2 luglio 2015 la F.I.F.A. ha riconosciuto le ragioni della S.S. Lazio S.p.A. condannando il giocatore Zarate ed in solido il club CA VELEZ SARSFIELD al pagamento di Euro 5,26 milioni più interessi

Zarate

ROMA – Prosegue in casa Lazio la querelle relativa a Mauro Zarate. L’argentino, ora in forza alla Fiorentina, ha un conto aperto con Lotito. La relazione finanziaria trimestrale consolidata al 31 dicembre 2015 – a pagina 12 – ripercorre tutte le tappe della vicenda e svela alla fine anche l’ultimo retroscena per cui non ha ancora preso un euro:

LA ROTTURA – In data 1 luglio 2013 il giocatore ha provveduto a risolvere unilateralmente il contratto con la S.S. Lazio S.p.A. ed in data 14 agosto 2013 la F.I.F.A. ha autorizzato il provvisorio tesseramento del suddetto calciatore a favore della società CA VELEZ SAR- SFIELD.

CONTRATTACCO – La S.S. Lazio S.p.A. ha presentato il ricorso presso le autorità competenti sulla base della normativa vigente, chiedendo il risarcimento per danno.  In data 2 luglio 2015 la F.I.F.A. ha riconosciuto le ragioni della S.S. Lazio S.p.A. condannando il giocatore Zarate ed in solido il club CA VELEZ SARSFIELD al pagamento di Euro 5,26 milioni più interessi. Nel dicembre 2015 sia il giocatore Zarate che il club CA VELEZ SARSFIELD hanno provveduto a fare ricorso al TAS.

Cittaceleste.it

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy