ESCLUSIVA – VIERCHOWOD: “Giusta la scelta di Mihajlovic”

ESCLUSIVA – VIERCHOWOD: “Giusta la scelta di Mihajlovic”

ROMA – Nel corso della trasmissione “IO TIFO LAZIO” in onda su Cittaceleste.it e condotta da Simone Ippoliti e Federico Terenzi, è intervenuto in esclusiva Pietro Vierchowod, grande colonna della nazionale e della Sampdoria, prossimo avversario in campionato della Lazio. Il cambio sulla panchina della Samp con l’esonero di Delio…

ROMA – Nel corso della trasmissione “IO TIFO LAZIO” in onda su Cittaceleste.it e condotta da Simone Ippoliti e Federico Terenzi, è intervenuto in esclusiva Pietro Vierchowod, grande colonna della nazionale e della Sampdoria, prossimo avversario in campionato della Lazio.

 

 

Il cambio sulla panchina della Samp con l’esonero di Delio Rossi e l’arrivo di Sinisa Mihajlovic

“La scelta di Mihajlovic mi convince. Lo conosco molto bene dal momento che siamo stati compagni di squadra. La Sampdoria sta vivendo un momento veramente difficile e i numeri parlano chiaro. E’ una delle peggiori difese del campionato e in fase offensiva segna pochissimo. Un mister – aggiunge Vierchowod – deve fare i conti con il materiale che ha a disposizione e la qualità dei calciatori della Samp è questa. Puoi mettere anche Mourinho in panchina, ma nessuno fa miracoli. L’obiettivo di Mihajlovic adesso deve essere quello di fare più punti possibili e arrivare a gennaio con una situazione di classifica più serena, non perdendo troppo terreno sulle squadre che lottano per non retrocedere. A quel punto – precisa l’ex sampdoriano – la società deve operare sul mercato, acquistando almeno 3/4 giocatori in grado di dare una mano e affrontare un campionato impegnativo come la serie A”.

 

 

Dopo l’era Novellino, ben 10 allenatori si sono alternati sulla panchina blucerchiata. Che colpe ha la società?

“Pensavo che dopo l’esperienza traumatica della retrocessione in B, quando a gennaio la società cedette Pazzini e Cassano, le cose cambiassero. Così non è stato, ma evidentemente chi ha preso determinate scelte, ha commesso delle pecche. Ripeto – aggiunge Vierchowod – per giocare in serie A servono dei giocatori all’altezza”.

Sul prossimo match contro la Lazio e la stagione biancoceleste

“La Lazio ha il problema dei tanti gol subìti, ma non incolperei la difesa, ma come viene attuata la fase difensiva. La difficoltà è nel centrocampo che non fa un buon filtor e per gli avversari è cosa facile “bucare” la difesa e colpire. Da quel punto di vista la Lazio deve migliorare molto perché a mio avviso ha le qualità per arrivare in Europa League. Ha una buona rosa e giocatori interessanti. Anche in attacco – continua Vierchowod – ha buone opzioni, ma è in mezzo al campo che soffre molto. Keita qualcosa ha fatto vedere, ma è troppo presto per una valutazione complessiva sul suo valore. Deve dimostrare ancora tanto”.

Un tuffo nel passato ricordando la vittoria storica dello scudetto nella stagione 1990/91 e la parata – a detta dello stesso Pagliuca qualche giorno prima ai nostri microfoni – sul rigore di Matthaus

“Quella parata me la ricordo benissimo e fu uno dei momenti decisivi della stagione che ci hanno portato verso la vittoria finale dello scudetto. Bei tempi…sono passati tanti anni, ma è un ricordo bellissimo. Certamente – conclude Vierchowodvincere un tricolore in una piazza come la Genova sampdoriana ha molto più valore ed è nettamente più difficile rispetto ai successi di Inter, Milan e Juventus. Il nostro trionfo è paragonabile a quello del Verona”. 

Cittaceleste.it

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy