23 novembre 2008, Il Matador lascia la Corrida del calcio

23 novembre 2008, Il Matador lascia la Corrida del calcio

di FEDERICO TERENZI Il 23 novembre del 2008 è una data che il Cile calcistico non dimenticherà tanto facilmente. Marcelo Salas, definito come uno degli attaccanti cileni più forti della storia della “Roja”, ha appeso gli scarpini al chiodo. L’attaccante cileno ha stregato con la sua classe anche l’ Italia…

di FEDERICO TERENZI

Il 23 novembre del 2008 è una data che il Cile calcistico non dimenticherà tanto facilmente. Marcelo Salas, definito come uno degli attaccanti cileni più forti della storia della “Roja”, ha appeso gli scarpini al chiodo. L’attaccante cileno ha stregato con la sua classe anche l’ Italia prima con la Lazio e poi con la Juventus. Attaccante rapido arriva a Roma con il pallone d’oro sudamericano appena conquistato e uno scudetto con il River Plate che lo mette tra i numeri uno sudamericani. Cragnotti se ne accorge e lo porta a Roma, giusto il tempo di fare una doppietta all’ Italia ai Mondiali in Francia nel 1998. Con la Lazio ha segnato un goal fondamentale contro il Manchester United di Alex Ferguson che, ancroa oggi ha ammesso che la Lazio, in quel momento era la squadra più forte del Mondo. Un destro al volo che ha regalato la Supercoppa Europea alla Lazio al cospetto del principe di Monaco. Caro Matador, i tuoi scatti erano ubriacanti per tutti i difensori che eri pronto ad infilzare come un Torero. Cinque anni di assenza sono tanti, ci manchi, ma rimarrai per sempre nei cuori di tutti i laziali.

Cittaceleste.it

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy