Calcio: Cristiano Sandri, saputo degli spari mi si e’ gelato il sangue

Calcio: Cristiano Sandri, saputo degli spari mi si e’ gelato il sangue

(ASCA) – Roma, 9 mag 2014 – ”Avevo accompagnato mio figlio ad una festa e c’era un vostro collega che stava in quella festa e aveva notizie in tempo reale. Non vi nascondo che quando ho saputo, erano le 18-18.30, che c’era un ragazzo in fin di vita per colpi…

(ASCA) – Roma, 9 mag 2014 – ”Avevo accompagnato mio figlio ad una festa e c’era un vostro collega che stava in quella festa e aveva notizie in tempo reale. Non vi nascondo che quando ho saputo, erano le 18-18.30, che c’era un ragazzo in fin di vita per colpi d’arma da fuoco sono rimasto basito e mi si e’ gelato il sangue perche’ ho rivissuto in qualche modo quello che ha poteva vivere una famiglia in quelle condizioni”. Cosi Cristiano Sandri, fratello di Gabriele Sandri ucciso da un colpo di pistola esploso da un agente della Polizia di Stato, Luigi Spaccarotella, mentre andava a seguire la Lazio l’11 novembre del 2007, in merito a quanto accaduto sabato a Roma in occasione della finale di Coppa Italia.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy