CASO CATANIA – Pulvirenti: “Lotito mi suggerì due maghe”

CASO CATANIA – Pulvirenti: “Lotito mi suggerì due maghe”

CATANIA – E alla fine spuntano le maghe che Claudio Lotito avrebbe suggerito ad Antonino Pulvirenti per far vincere il Catania. A scriverlo è Riccardo Bruno Corriere della Sera, che riporta le parole del presidente del Catania durante l’interrogatorio davanti al Gip per la vicenda delle partite comprate dal Catania…

CATANIA – E alla fine spuntano le maghe che Claudio Lotito avrebbe suggerito ad Antonino Pulvirenti per far vincere il Catania. A scriverlo è Riccardo Bruno Corriere della Sera, che riporta le parole del presidente del Catania durante l’interrogatorio davanti al Gip per la vicenda delle partite comprate dal Catania per restare in serie B. E Pulvirenti avrebbe detto al giudice che una volta (con una maga di Avellino), la fattura sarebbe andata a buon fine.

Scrive Riccardo Bruno: “L’inizio del precipizio ha una data: 21 marzo. I rossazzurri hanno perso anche con l’Entella, sono terzultimi in serie B, la retrocessione è dietro l’angolo. È a questo punto che Pulvirenti, presidente della squadra dal 2004, imprenditore nella grande distribuzione e uscito malconcio dalla disfatta della compagnia Wind Jet, decide di intervenire con metodi, per così dire, extrasportivi. Perfino ricorrendo alla magia.

Alle domande dei magistrati sulle telefonate con Claudio Lotito, presidente della Lazio, Pulvirenti racconta: «Prima mi ha consigliato una maga vicino a Catania, ma non ha funzionato. Poi un’altra, molto brava e laureata, e in effetti dopo abbiamo vinto con l’Avellino». Ma la pretesa spinta esoterica non è sufficiente, ed ecco allora il più concreto tentativo di comprare i giocatori avversari”.

Non è la prima volta che il nome del presidente della Lazio è accostato a maghi e fattucchiere. Famosa a Roma una sua polemica con i nemici giallorossi nell’ottobre 2013: “La Roma ha ingaggiato maghi per battere il Napoli“. Parole a cui rispose Rudi Garcia: “Di maghi ne abbiamo 27, tutti i giocatori della rosa”. La polemica fu poi alimentata dall’agente di Zarate, giocatore messo ai margini della Lazio di Lotito: “Lotito parla di maghi, ma alla Lazio pagava una veggente”. (Blitzquotidiano.it)

Cittaceleste.it

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy