Convocazioni Mondiali: Rossi, la furia è su Twitter.

Convocazioni Mondiali: Rossi, la furia è su Twitter.

Ci ha dormito su e il risveglio è stato traumatico. Pepito Rossi, escluso dalla lista di Prandelli per i Mondiali, ha aspettato il mattino per sfogare tutta la sua rabbia su twitter: “Tutti dicono fuori forma: chiedete a chiunque i valori dei test in settimana e quelli della partita. Vi…

Ci ha dormito su e il risveglio è stato traumatico. Pepito Rossi, escluso dalla lista di Prandelli per i Mondiali, ha aspettato il mattino per sfogare tutta la sua rabbia su twitter: “Tutti dicono fuori forma: chiedete a chiunque i valori dei test in settimana e quelli della partita. Vi stupirete. Contrasti? Paura? Che ridere…”. E poi: “Arrivo col pensiero prima del difensore. Prossima volta, da dilettante, aspetto il difensore per prendere calci”.Alla fine si è arrabbiato: dopo una partenza soft, di normale delusione, dopo il “non me lo aspettavo”, ecco la reazione 2.0, quella di pancia. Pepito precisa, come dice lui, perché forse più ancora dell’esclusione sono le motivazioni che non gli sono andate giù. “Fuori forma”, con tanto di timbro prandelliano, non è stata un’espressione gradita. E Rossi non l’ha nascosto. Anzi. Due tweet al veleno conclusi da una mezza carezza: “Adesso la cosa più importante, però, è tifare Italia. Forza Azzurri!!!“. Come dire: quel che dovevo spiegare l’ho spiegato, ora mi siedo sul divano come tutto il Paese e aspetto di vedere l’effetto che fa ai miei compagni il Mondiale brasiliano.

Pepito Rossi dopo il suo agente Pastorello e dopo la sua fidanzata. Lei ha passato le ore immediatamente successive alla comunicazione della lista di Prandelli a twittare e ritwittare rabbia e indignazione. Dalle dichiarazioni di Pastorello, appunto (“Decisione sciagurata del ct”), a una serie di vignette ironiche. In tutte le lingue: “La gente in generale è contenta che Rossi non sia ai Mondiali?”. E sotto con le risposte multi-etniche: “No, Nein, Non” e così via. Pancia e cuore. E rabbia, soprattutto rabbia.

Tanta rabbia da sfogare lontano tanto che Rossi, a nemmeno 24 ore dalla grande delusione, ha deciso di andarsene un po’ lontano. A casa. Ha preso un volo da Firenze a Parigi e da lì attraverserà l’Oceano per approdare negli States, a New York. Lontano da tutto e tutti. (Sportmediaset.it)

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy