CorrieredelloSport.it, Scommesse: “Lazio e Mauri potrebbero rischiare”

CorrieredelloSport.it, Scommesse: “Lazio e Mauri potrebbero rischiare”

Di Andrea Ramazzotti (CorrieredelloSport.it) MILANO – E’ il giorno del terzo interrogatorio davanti al pm Roberto Di Martino per Hristian Ilievski, il capo degli “zingari” che si è costituito lo scorso 27 aprile e che ha deciso di collaborare con gli inquirenti nella vicenda del calcioscommesse. Le sue rivelazioni hanno…

Di Andrea Ramazzotti (CorrieredelloSport.it)

MILANO – E’ il giorno del terzo interrogatorio davanti al pm Roberto Di Martino per Hristian Ilievski, il capo degli “zingari” che si è costituito lo scorso 27 aprile e che ha deciso di collaborare con gli inquirenti nella vicenda del calcioscommesse. Le sue rivelazioni hanno portato a rafforzare la tesi dell’accusa su molte delle partite considerate taroccate e al tempo stesso potrebbero aver inguaiato una serie di tesserati che avevano già scontato una pena della giustizia sportiva o che addirittura erano stati assolti. Il procuratore federale Palazzi da oggi ha iniziato a studiarsi le carte che gli sono state consegnate la scorsa settimana da dal pm Di Martino e dal gip Salvini. Insieme ai suoi collaboratori sta verificando le affermazioni di Ilievski e non esclude di rivedere alcune posizioni già passate in giudicato.

 

MAURI E LAZIO. Il caso più delicato è probabilmente quello di Stefano Mauri che ha scontato 6 mesi per omessa denuncia in Lazio-Genoa 4-2 del maggio 2011. Dal racconto fatto dal macedone la posizione del capitano biancoceleste appare molto più grave rispetto a quella ipotizzata dalla giustizia sportiva. Mauri infatti avrebbe incontrato Ilievski sia alla vigilia del match contro il Genoa, addirittura nel ritiro della Lazio a Formello, sia prima di quello della settimana successiva a Lecce. Se gli inquirenti troveranno riscontri precisi (il giorno prima di Lazio-Genoa il cellulare di Ilievski aggancia celle della zona di Formello…), Mauri potrebbe essere accusato di illecito sportivo e la Lazio essere coinvolta per responsabilità oggettiva. Rischi? Prematuro fare ipotesi, ma sicuramente il centrocampista, se ritenuto colpevole, rischierebbe una nuova squalifica (stavolta di anni, non di mesi…) e il club una penalizzazione. Anche perché per la gara contro il Lecce Ilievski ipotizza il coinvolgimento di altri tesserati biancocelesti che però lui non ha conosciuto. Fa intendere che è stato Mauri a gestire la situazione.

CASO NOVARA. A rischiare sono anche i tesserati del Novara, per la gara di Coppa Italia contro il Chievo. Di fronte alla giustizia sportiva per questo episodio Ventola, Shala e Fontana erano stati prosciolti, ma le parole di Ilievski potrebbero far cambiare la situazione. Ci saranno conseguenze anche per il Novara fresco di promozione in Serie B? A Palazzi la risposta. Brividi anche per l’ex portiere del Livorno De Lucia, chiamato in causa per Bari-Livorno 4-1 (di Coppa Italia dell’1 dicembre 2010, ndr). Anche in questo caso da verificare l’eventuale coinvolgimento per il club labronico. (Corrieredellosport.it)

Cittaceleste.it

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy