Lotito, non c’è solo la Lazio. Summit atteso anche per la Salernitana: il patron chiama Gautieri.

Lotito, non c’è solo la Lazio. Summit atteso anche per la Salernitana: il patron chiama Gautieri.

Fabiani e Gregucci, fumata grigia. Dopo l’ennesimo incontro tenutosi ieri a Roma nello studio dell’avvocato Morescanti, ds e tecnico granata non sono ancora riusciti a trovare un punto d’intesa circa la possibilità di prolungare il contratto in scadenza il prossimo 30 giugno. Tanti gli argomenti trattati in un colloquio dai…

Fabiani e Gregucci, fumata grigia. Dopo l’ennesimo incontro tenutosi ieri a Roma nello studio dell’avvocato Morescanti, ds e tecnico granata non sono ancora riusciti a trovare un punto d’intesa circa la possibilità di prolungare il contratto in scadenza il prossimo 30 giugno. Tanti gli argomenti trattati in un colloquio dai toni pacati durato circa un paio d’ore ed in cui il trainer pugliese ha palesato un pizzico di delusione per non aver ricevuto ancora la chiamata della società, con Lotito e Mezzaroma che stanno prendendo tempo prima di comunicare al diretto interessato la decisione definitiva. In realtà una svolta potrebbe esserci già nella giornata di domani, quando Gregucci è atteso nell’ufficio di Mezzaroma (e non a Villa San Sebastiano, dove solitamente Lotito conduce in prima persona tutte le trattative sia per la Lazio, sia per la Salernitana), bramoso di confrontare le proprie idee sul progetto tecnico futuro con quelle della proprietà. Il patron, dal canto suo, rinnoverà la propria fiducia a Gregucci ringraziandolo per il lavoro svolto nell’arco di questi mesi, ma sarà necessario trovare due tipi di accordi: economici (il mister chiede un aumento dell’ingaggio, ma pare disposto ad accettare anche un contratto annuale, con opzione per un secondo anno in caso di promozione in serie B e bonus a raggiungimento dell’obiettivo) e tecnici. Il mercato, infatti, rappresenterà l’argomento principale, in una giornata che si preannuncia intensa sotto tutti i punti di vista. Gregucci, come noto, spinge per un organico numericamente ridotto rispetto a quest’anno (20-21 giocatori di movimento), formato dal giusto mix di giovani di prospettiva (e con specifiche caratteristiche fisiche) ed elementi di qualità ed esperienza, ma integri fisicamente e non troppo in avanti con l’età.

Proprio per questo, più che di innesti si parlerà di addii. La Salernitana vuole mettersi alle spalle questo ciclo triennale e, un pò come accaduto agli “eroi del triplete” interista, anche in questo caso alcuni dei protagonisti dei successi granata potrebbero trasferirsi altrove.   Molinari, almeno in veste di calciatore, non farà parte del futuro della Salernitana, decisamente a rischio le posizioni di Montervino, Mancini e Ginestra, mentre Mounard ha avuto un breve confronto con il tecnico in questi giorni utile a comprendere meglio i motivi dell’inattesa- ed immeritata- esclusione in quel di Frosinone. “Non ti ho visto pronto, ma continuo a reputarti un grande giocatore per questa squadra e mi aspetto tantissimo da te per il futuro” in sintesi la risposta del tecnico, con il fantasista francese che prima di partire per le vacanze chiederà un incontro a Lotito per chiarire una serie di cose che a lui non sono proprio andate giù. Dalla gestione del caso Gavorrano all’impossibilità di difendersi da alcune accuse in conferenza stampa passando per l’aspetto prettamente tecnico, con Mounard desideroso di trovare più spazio e di chiudere la carriera da protagonista e non da comparsa. Questa rivoluzione estiva, in ogni caso, non risparmierà alti protagonisti del triennio della rinascita: via i vari Iannarilli (che Gregucci ha bocciato), Chirieletti, Luciani, Capua e Ricci, ovvero 5 elementi dell’area Lazio che a Salerno non hanno convinto appieno e che sperano di trovare spazio in Prima Divisione anche l’anno prossimo. Tornando al capitolo allenatore, non è ancora certa la presenza di Lotito al summit di domani, ma il patron ha le idee molto chiare e nella giornata di oggi ribadirà il suo punto di vista al cognato: il modulo adottato da Gregucci non lo convince appieno e, in ottica, rinnovo, un ruolo chiave potrebbe essere rappresentato dalle pretese economiche del mister. Tradotto: Fabiani ha carta bianca, ma sulla scelta del tecnico i presidenti avranno l’ultima parola. Gautieri resta in attesa ed oggi potrebbe avere un nuovo contatto telefonico con Lotito, in vista di un lunedì rovente e che potrebbe avere risvolti inattesi. Sempre in settimana, infine, Fabiani e Lotito parleranno della possibilità di inserire nuove figure nell’organigramma societario e tutti sono sotto esame. Con D’Eboli vicino al rinnovo con la Paganese, andranno valutate le posizioni del team manager Petritola ed anche dei componenti dell’area comunicazione, con il responsabile De Martino che nell’ultimo anno è stato sempre meno presente. (granatissimi.com)

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy