MAFIA CAPITALE – Odevaine accusa Totti: “Pagava i vigili in nero per scortare i figli”

MAFIA CAPITALE – Odevaine accusa Totti: “Pagava i vigili in nero per scortare i figli”

MAFIA CAPITALE – Odevaine accusa Totti: “Pagava i vigili in nero per scortare i figli”

MAFIA CAPITALE - Odevaine accusa Totti:

ROMA – Pesanti accuse a Francesco Totti da parte di Luca Odevaine, già componente del Tavolo per il coordinamento nazionale sull’accoglienza ai richiedenti asilo, nell’interrogatorio reso nel carcere di Terni il 15 ottobre scorso, nell’ambito dello scandalo Mafia Capitale: “È vero che dei vigili urbani facevano vigilanza ai figli di Totti – ha affermato Odevaine, ribadendo quanto già detto a suo tempo da Salvatore Buzzi – ma lo facevano fuori dall’orario di lavoro e venivano pagati in nero, dallo stesso Totti. L’‘esigenza era nata dal fatto che era giunta una voce di un progetto di rapimento del figlio di Totti”. L’ex dirigente del Campidoglio ne avrebbe parlato anche con il colonnello Luongo dei carabinieri che avrebbe convenuto con Odevaine che “non era il caso di investire il comitato per la sicurezza ma che si poteva trovare un modo per provvedere”.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy