Miroslav e Dusan. Ecco due Mihajlovic in biancoceleste…

Miroslav e Dusan. Ecco due Mihajlovic in biancoceleste…

ROMA – Mihajlovic, uno Miroslav e l’altro Dusan. Segni particolari? Piede destro, tutti e due. Possibile? Sì, possibile. E guai a chi tira fuori la storiella dei geni trasmessi dai padri ai figli. Sinisa era mancino, anzi era il Mancino. I figli alla Lazio sono arrivati prima di lui: settore…

ROMA – Mihajlovic, uno Miroslav e l’altro Dusan. Segni particolari? Piede destro, tutti e due. Possibile? Sì, possibile. E guai a chi tira fuori la storiella dei geni trasmessi dai padri ai figli. Sinisa era mancino, anzi era il Mancino. I figli alla Lazio sono arrivati prima di lui: settore giovanile biancoceleste, il Gentili come campo scuola, la Lazio come fede. Tanto che la vera domanda è un’altra: per chi tiferanno oggi Miroslav e Dusan? Già, perché i piccoli Mihajlovic sono laziali, lazialissimi (il primo, con quel nome, poteva scegliere altrimenti?). Ma sono anche i figli di Sinisa, allenatore che oggi lavora per la Sampdoria e non può stare certo a guardare i sentimenti. Sentimenti vivi, perché a casa Mihajlovic c’è tanta Roma, C’è la moglie, Arianna Rapaccioni, romana doc, conosciuta nel 1995 in un ristorante del Gianicolo.

 

Ci sono le due figlie, Viktorija e Virginia, c’è il più piccolo Nicholas, che a scuola va a Villa Flaminia e nel torneo di calcio gioca col Mallorca primo in classifica. E poi quei due, Miroslav e Dusan, che non tirano i calci di punizione come il papà ma che con la Lazio hanno cominciato a farsi largo. Miro (lo chiamano così, proprio come KJose) è un’ala destra, classe 2000, Giovanissimi provinciali. Dusan è un terzino destro, 2002, categoria Esordienti. Esordiente come il papà, oggi, 500 km più a nord. Forse sulla panchina sbagliata. (GdS)

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy