Muslera: “Reja è venuto a trovarmi… sapete cosa mi ha chiesto?”

Muslera: “Reja è venuto a trovarmi… sapete cosa mi ha chiesto?”

Resta nel cuore Roma per Fernando Muslera, che ha giocato nella Lazio dal 2007 al 2011: «Appena posso vado a Roma a farmi una “cacio e pepe”. Roma mi manca tantissimo, mi sono rimasti alcuni amici veri. Ho trascorso 4 anni stupendi», ha dichiarato il portiere del Galatasaray ai microfoni…

Resta nel cuore Roma per Fernando Muslera, che ha giocato nella Lazio dal 2007 al 2011: «Appena posso vado a Roma a farmi una “cacio e pepe”. Roma mi manca tantissimo, mi sono rimasti alcuni amici veri. Ho trascorso 4 anni stupendi», ha dichiarato il portiere del Galatasaray ai microfoni de “La Gazzetta dello Sport”, dove ha parlato in particolare dei Mondiali.

L’URUGUAY – E Muslera ha presentato la sua Nazionale: «Da tempo dico che non bisogna fidarsi. Al debutto dovremo stare attenti. Costa Rica ha giocatori che stanno in Europa da anni, abituati a un certo tipo di calcio. Sfida contro l’Italia? È probabile che sia decisiva. È una Nazionale dal carattere forte, consapevole. Ha un super attacco, ma pure un’ottima difesa. Suarez-Cavani? È una coppia spettacolare. Uno si basa sulla forza, l’altro sulla velocità. Ma soprattutto ci aiutano molto. Perché Cavani è molto bravo a rientrare. Gli italiani? Gargano dà grande affidabilità. Chi mi affascina? Proprio uno che gioca da voi, Caceres. Vi stupirà. Io non ho mai visto uno così. Gli riesce tutto, può giocare dappertutto, a 3 o a 4. Sarà la sorpresa. Che gruppo siamo? Molto uniti e amici tra di noi. Abbiamo creato un gruppo su whatsapp. Mi sento spesso con Gonzalez della Lazio».

 

 

L’ITALIA – Sulla Nazionale azzurra, invece, l’estremo difensore uruguaiano ha spiegato: «È una squadra completa, forte in tutti i reparti. Pirlo è un campione, ma continua a stupirmi Buffon. Ha 36 anni e para ancora come uno di 25. E Balotelli? Lo prenderei in qualsiasi squadra, lo vorrei come compagno. Mi piace, è uno che ha carattere. Chi vince il Mondiale? È favorito il Brasile. Gioca in casa, ha Neymar che si rivelerà. Certo, non è facile essere favoriti. Tra le squadre che non compaiono in questa lista mi colpisce la Colombia. È forte nelle individualità e in crescita come gruppo».

IL FUTURO – Infine, Muslera ha parlato del suo futuro e ha svelato una curiosità: «Ho 2 anni di contratto col Galatasaray. Mi hanno accolto bene e mi trovo bene, anche se la città è enorme. Mancini è un buon allenatore, sa di calcio. Io sto vicino al centro del Gala, con Patricia. Stiamo insieme da 9 mesi. Ma l’Italia è l’Italia. Sa che è venuto a trovarmi Reja? Con la famiglia. Pensavo volesse vedere calcio e sapere tutto. Invece mi ha chiesto soprattutto dei ristoranti…». (Calcionews24.com)

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy