Newcastle, Aarons provoca una rissa in discoteca per difendere la zia

Newcastle, Aarons provoca una rissa in discoteca per difendere la zia

E’ stato arrestato e rilasciato. “C’era parecchio sangue”

 

È stata una domenica mattina piuttosto movimentata quella di Rolando Aarons, 21 anni a novembre, centrocampista del Newcastle che fuori dal campo ha una vita piuttosto movimentata. E che, ogni tanto, dà in escandescenze.Chiedere per informazioni – scrive goal.com – agli avventori del ‘Livello’, una discoteca cittadina, che nella notte tra sabato e domenica hanno assistito alla furia del giovane calciatore: colpa di un gruppo formato da una decina di ragazzi, i quali si sono avvicinati un po’ troppo e in maniera equivoca a sua zia, corteggiandola sulla pista da ballo.Quando si è accorto della scena, Aarons non ci ha più visto: come riporta il ‘Sun’, il giocatore di Benitez si è scagliato contro i ragazzi prima avvertendoli verbalmente, quindi dando vita a una rissa. Alcuni tavoli sono volati a terra e alcune bottiglie di Dom Perignon dal valore di quasi 300 euro si sono infrante.Alla fine è dovuta intervenire la Polizia per riportare la calma nel locale. Aarons è stato arrestato per i disordini provocati assieme ad altre tre persone, venendo successivamente rilasciato su cauzione. Dovrà anche pagare i danni provocati alla discoteca, un migliaio di sterline (1100 euro circa).“È stata una rissa non da poco. Alla fine si è scatenato un putiferio, c’era parecchio sangue – dice una fonte interpellata dal quotidiano – Rolando era molto infastidito dal modo in cui quei ragazzi stavano abbordando sua zia e ha provato a difenderla”. La Polizia locale ha aperto un’inchiesta.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy