Roma-Lazio, sgambetto per la radio

Roma-Lazio, sgambetto per la radio

Il derby delle frequenze se lo aggiudica la Roma. La società giallorossa ha “sfrattato” la Lazio dalla sua casa di Voxson, che fa capo a Francesco Di Stefano, dove era in affitto per trasmettere Lazio Style. Il club giallorosso vuol dar vita a una media company di grande respiro internazionale,…

Il derby delle frequenze se lo aggiudica la Roma. La società giallorossa ha “sfrattato” la Lazio dalla sua casa di Voxson, che fa capo a Francesco Di Stefano, dove era in affitto per trasmettere Lazio Style. Il club giallorosso vuol dar vita a una media company di grande respiro internazionale, secondo il progetto degli americani. La Roma, dopo la tv ufficiale, nata l’anno prima dello scudetto per volere di Franco Sensi, avrà anche una radio ufficiale. I lavori a Trigoria stanno per essere ultimati, sono stati realizzati studi di ultima generazione. Lo sono anche quelli della Lazio, che a Formello ha attrezzature molto sofisticate. La Roma ha sondato varie emittenti, si è sentita sparare cifre da capogiro, prima di decidere di rilevare la frequenza sui 100.7 mhz dell’ex Voxson Vintage Radio, un canale nato per musica da far venire i lacrimoni, che è diventata poi terreno per il derby dell’etere. La Lazio era in affitto con un contratto fino al 2016, intestato alla società di Stefano De Martino, il responsabile dell’ufficio stampa della Lazio. Ci saranno penali da pagare, Lotito è pronto a dare battaglia. Ma intanto cerca un’altra frequenza, per continuare a far sentire la voce ufficiale della società biancoceleste. De Martino ieri ha parlato della vicenda a Lazio Style Radio: « La Lazio è stata la prima in Italia. Da una parte ripenso a ciò che mi dissero, e dall’altra leggo questa volontà, di chi poi arriva secondo in un aspetto come questo. Mi fa pensare quanto sia importante un certo tipo di percorso, che la Lazio ha anticipato. Ma ovviamente i nostri nuovi disegni e progetti non li sveliamo oggi. La volontà però, è sempre quella di fare qualcosa di più rispetto al giorno prima». In cantiere due progetti radiofonici innovativi ».

 

La proprietà americana vuol dar vita a una radio di intrattenimento, con vari spazi dedicati alla squadra e affidati a speaker già conosciuti nel variegato etere capitolino. La Roma vuol essere capace di produrre contenuti per incrementare l’appeal intono al club. L’obiettivo è riuscire a fare soldi con i media. La radio avrà sponsor che saranno gli stessi della squadra. Saranno ospitati in studio quotidianamente giocatori, tecnici e dirigenti. La nuova radio andrà anche in rete e le radiocronache saranno diffuse in sei lingue diverse. Il responsabile della nuova media company è Guido Fienga, ex Dahlia tv. Anche il canale televisivo subìra una grossa rivoluzione e la produzione sarà affidata alla nuova società, non più alla Rai come avviene fino ad oggi. (Corriere dello Sport)

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy