UEFA – Dopo 17 anni Blatter si arrende: “Mi dimetto, prima possibile le nuove elezioni”

UEFA – Dopo 17 anni Blatter si arrende: “Mi dimetto, prima possibile le nuove elezioni”

ULTIM’ORA – Sepp Blatter si dimette. “La Fifa avrà un nuovo presidente, io eserciterò le mie funzioni fino al prossimo consiglio elettivo straordinario”. Nella conferenza stampa convocata d’urgenza a Zurigo, il numero uno del calcio mondiale dà l’annuncio a sorpresa. A soli quattro giorni dalla rielezione per il suo quinto…

ULTIM’ORA – Sepp Blatter si dimette. “La Fifa avrà un nuovo presidente, io eserciterò le mie funzioni fino al prossimo consiglio elettivo straordinario”. Nella conferenza stampa convocata d’urgenza a Zurigo, il numero uno del calcio mondiale dà l’annuncio a sorpresa. A soli quattro giorni dalla rielezione per il suo quinto mandato consecutivo, il numero uno del calcio mondiale va via, anche se in realtà resterà in carica ancora per un po’. Per statuto – come annunciato da Domenico Scala, già dirigente Fifa e presidente del già citato consiglio elettivo straordinario – bisogna aspettare quattro mesi prima di organizzare le nuove elezioni. “Ci aspettiamo che il consiglio possa tenersi tra dicembre 2015 e marzo 2016”, ha annunciato Scala. A quel punto Blatter lascerà dopo 17 anni di permanenza. Un record che sarà probabilmente impossibile battere perché, come rivelato dallo stesso Blatter e da Scala, “verrà proposto, e votato, anche un limite di mandato per il presidente e i membri del comitato esecutivo”.

 

L’ANNUNCIO — Le pressioni subite, dopo lo scandalo che ha portato all’arresto di alti dirigenti Fifa con l’accusa di corruzione, hanno indotto Blatter ad arrendersi. “Malgrado sia stato appoggiato nelle ultime elezioni, questo appoggio non sembra essere condiviso da tutti nel mondo del calcio – ha detto nella conferenza stampa -. Per questo offro la mia rinuncia. Tengo alla Fifa più che a qualsiasi cosa. Voglio il meglio per lei e per il calcio, per questo ho deciso di ricandidarmi alla presidenza. Le elezioni sono finite, ma le sfide che abbiamo davanti no. La Fifa ha bisogno di una profonda ristrutturazione: ecco perché ho convocato un collegio elettivo straordinario, per far sì che venga eletto un nuovo presidente dopo di me. Mi dimetto, ma fino ad allora continuerò ad esercitare le mie funzioni. Il prossimo consiglio ordinario si terrà il 13 maggio 2016 a Città del Messico, ma sarebbe troppo tardi”.

 

 

 

RIFORME — “Adesso sono libero dai vincoli di un’elezione e potrò concentrarmi nel guidare le profonde riforme che sono necessarie – ha spiegato Blatter – Da anni lavoriamo ci lavoriamo, ma non basta. Il Comitato Esecutivo include rappresentanti di federazioni su cui non abbiamo controllo, ma delle cui azioni la Fifa è responsabile. Il numero dei membri del Comitato Esecutivo va ridotto e i suoi membri dovrebbero essere eletti dal congresso Fifa. I controlli sull’integrità per tutti i membri del Comitato Esecutivo devono essere organizzati centralmente dalla Fifa, non dalle federazioni. C’è bisogno di limiti di mandato non solo per il presidente, ma per tutti i membri del Comitato Esecutivo. Ho lottato per questi cambiamenti, ma come tutti sanno i miei sforzi sono stati bloccati. Questa volta, ci riuscirò. Ho preso questa decisione (di dimettersi, n.d.r.) per il bene della Fifa. Ringrazio quelli che mi hanno sostenuto: quello che conta è che quando tutto questo sarà finito, vincerà il calcio”. (Gazzetta.it)
0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy