249 minuti in campo su 1530 a disposizione. Ma Anderson?

249 minuti in campo su 1530 a disposizione. Ma Anderson?

ROMA – Ricordate? “Ognuno ha il suo stile di gioco, ognuno ha il diritto di avere la sua opinione.Tante persone non riescono a capire che mi muovo molto in mezzo al campo. La mia posizione è quella, ma posso svariare e mi piace molto agire così…”. Parola di Felipe Anderson…

ROMA – Ricordate? “Ognuno ha il suo stile di gioco, ognuno ha il diritto di avere la sua opinione.Tante persone non riescono a capire che mi muovo molto in mezzo al campo. La mia posizione è quella, ma posso svariare e mi piace molto agire così…”. Parola di Felipe Anderson solo qualche giorno fa. Già in mezzo al campo, ma dove? L’innesto più oneroso dell’ultima campagna acquisti non vede ancora la luce sul fondo di quel tunnel in cui la Lazio s’è infilata e da cui, difficilmente uscirà fuori giocando come sta facendo nelle ultime settimane. Anderson doveva essere il campione in stile Hernanes, il diamante più pregiato della nuova campagna acquisti, il gioiello verdeoro giunto a Roma per salvare capre e cavoli, nei momenti di difficoltà.

SENZA PARAOCCHI – Caricarlo di responsabilità, incolparlo per i rendimenti poco soddisfacenti sarebbe sbagliato. Ma errato, sarebbe anche fare finta di nulla, non chiedersi come mai Petkovic stia ignorando quasi completamente il giovane talentino ex Santos, che solo qualche mese fa, portava sulle spalle maglia e numero che furono di Pelè. A rubargli la scena c’ha pensato Keita e la speranza è che prima o dopo, tutti i tifosi laziali possano vedere in campo la linea verde biancoceleste, che almeno per ora, lascia interrogativi per il presente.

 

 

MINUTI – 249 minuti in campo su 1530 a disposizione. Un mix di timidezza e assenza di fantasia: confusione e poco tempo per adattarsi ad un calcio cento volte più complesso rispetto a quello sudamericano. I risultati negativi non aiutano: Vlado più volte s’è infatti affidato all’usato sicuro, visto che in queste situazioni non c’è tempo per stare a testare i nuovi. Anderson avrà pure deluso, ma in campo è stato mandato poco. Certo, è un cane che si morde la coda. Non gioca perchè non convince Petkovic (?). Non convince, perchè ha pochi minuti nelle gambe. Vola giggino, torna giggetto.

Rob.Ma. – Cittaceleste.it

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy