Con Reja la Lazio non lascia…raddoppia!

Con Reja la Lazio non lascia…raddoppia!

di FRANCESCO D’ANDREA ROMA – Il cambio in panchina ha dato una scossa a tutto l’ambiente Lazio. La squadra ha ritrovato morale, unione e risultati. La classifica dei punti realizzati nelle ultime 5 giornate (quelle con Reja in panchina) vede i bianco-celesti assestarsi al terzo posto, in piena zona Champions,…

di FRANCESCO D’ANDREA

ROMA – Il cambio in panchina ha dato una scossa a tutto l’ambiente Lazio. La squadra ha ritrovato morale, unione e risultati. La classifica dei punti realizzati nelle ultime 5 giornate (quelle con Reja in panchina) vede i bianco-celesti assestarsi al terzo posto, in piena zona Champions, dietro solo alla Juve dei record e a un Parma in forma super. Le cose sono cambiate e un bel po’ dopo quel 4 gennaio, giorno in cui Petkovic fu allontanato dalla panchina della Lazio per far posto a Edy Reja. Quali risultati scopriremmo analizzando e mettendo a confronto i numeri della Lazio di Petko e di quella di Reja? La prima cosa che si nota è che con il ritorno del tecnico goriziano la Lazio ha “raddoppiato”. La percentuale di vittorie e i punti a partita, infatti, sono praticamente raddoppiati da quando a Formello è tornato Edy.

PUNTI E PERCENTUALI – Nelle prime 17 giornate di campionato, Petkovic ha totalizzato 5 vittorie, 5 pareggi e ben 7 sconfitte. Per un totale di 20 punti. Ciò significa che la Lazio ha viaggiato con una percentuale di vittorie pari al 29,4%, portando a casa 1,17 punti a partita. Nelle 5 partite con Reja le cose sono completamente cambiate: la percentuale di vittorie è salita al 60% (3 vittorie, 2 pareggi e 0 sconfitte, 11 punti in totale), guadagnando ben 2,2 punti a partita. Un ritmo da primi della classe e che ha fatto recuperare terreno sulle principali rivali nella corsa all’Europa League.

GOL SUBITI – Un altro dato fa riflettere sul cambiamento che c’è stato nelle ultime giornate, ed è quello relativo ai gol subiti. Fino a gennaio la difesa bianco-celeste ha subito la bellezza di 26 gol in 17 partite – solo 22 i gol fatti – con una media di 1,52 gol presi a partita. Una media troppo alta per una squadra che vuole ambire all’Europa. Con il cambiamento di allenatore questo numero si è incredibilmente abbassato. Da 1,52 si è passati a una media di 0,6 gol subiti a partita. Testimonianza, questa, dell’ottimo lavoro svolto da Reja nel registrare al meglio e portare a regime il reparto arretrato della Lazio.

GOL REALIZZATI – C’è ancora qualche problema in avanti, nel reparto avanzato, anche se piccoli miglioramenti cominciano a vedersi. Con Petkovic la Lazio aveva una media di 1,29 gol realizzati a partita mentre con Reja saliamo a 1,4. Ancora troppo poco ma, valutando tutte le difficoltà che la squadra ha nel reparto offensivo, il piccolo aumento fa ben sperare per il futuro.

cittaceleste.it

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy