Auguri Gigi Tyson Casiraghi, l’ariete biancoceleste

Auguri Gigi Tyson Casiraghi, l’ariete biancoceleste

ROMA – Quando uno pensa a Casiraghi, si immagina il prototipo del classico numero nove, possente, ruvido al punto giusto e dotato di una elevazione di testa fuori dal comune. La Curva Nord, per la sua grande rabbia agonistica gli regala l’appellativo di Tyson, pronto a fare a sportellate con…

ROMA – Quando uno pensa a Casiraghi, si immagina il prototipo del classico numero nove, possente, ruvido al punto giusto e dotato di una elevazione di testa fuori dal comune. La Curva Nord, per la sua grande rabbia agonistica gli regala l’appellativo di Tyson, pronto a fare a sportellate con i difensori avversari. Alla Lazio colleziona ben 188 presenze realizzando 56 goal, con Boksic e Signori, con l’avvento di Zeman sulla panchina biancoceleste, creano un attacco atomico, capace di esaltare al massimo le sue caratteristiche. Indimenticabile la sua quaterna di goal nel famoso 8 a 2 contro la Fiorentina, dove si invitava all’attacco addirittura Luca Marchegiani, quando venne concesso un rigore alla Lazio.

Come dimenticare poi quel suo goal al derby, nella famosa quaterna in un anno, una spaccata al volo che non ha lasciato scampo all’incolpevole Konsel su assist vellutato di Roberto Mancini che ha mandato in tripudio lo Stadio Olimpico biancoceleste. Ottima annata anche la 1997/98, dove, con quattro gol, trascina la Lazio alla finale di Parigi persa contro l’Inter del fenomeno Ronaldo. Decisivo il goal contro la squadra francese dell’Auxerre, 1 a 0 striminzito e conquistato in 10 contro 11. Nel suo futuro, date le caratteristiche, non poteva che esserci l’Inghilterra che però gli regala un brutto scherzo: si frattura il ginocchio in più punti ed è costretto ad abbandonare la carriera di calciatore ad appena 31 anni. Con la maglia azzurra partecipa ai Mondiali negli Stati Uniti e agli Europei in Inghilterra e da allenatore conduce anche l’Under 21, con un 4-3-3 d zemaniana memoria. La passione per il calcio rimane ed ora commenta le partite per Fox Sport, ma il campo è tutta un’altra storia.Tanti auguri Gigi, l’ariete biancoceleste capace di toccare il cielo con un dito.

 

Cittaceleste.it

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy