FOCUS – Dusan, uno Stop che non vuole dire Basta

FOCUS – Dusan, uno Stop che non vuole dire Basta

di FEDERICO TERENZI LA FIERA DELL’EST – Occhi di ghiaccio, capelli biondi, tipico dell’uomo dell’Est, Dusan Basta è il secondo acquisto della Lazio in questa stagione, dopo quello di Filip Djordjevic. Ancora una volta il direttore sportivo Igli Tare e il Presidente Claudio Lotito si affidano alla forza dell’est per…

di FEDERICO TERENZI

LA FIERA DELL’EST – Occhi di ghiaccio, capelli biondi, tipico dell’uomo dell’Est, Dusan Basta è il secondo acquisto della Lazio in questa stagione, dopo quello di Filip Djordjevic. Ancora una volta il direttore sportivo Igli Tare e il Presidente Claudio Lotito si affidano alla forza dell’est per raggiungere la tanto sbandierata qualificazione in Champions League.

 

STOP AND GO – Soprannominato Stop, non ha alcuna voglia di fermarsi: di chilometri sulla fascia destra ne ha fatti a bizzeffe, nato nella Stella Rossa di Belgrado, l’Udinese crede in lui e lo manda a farsi le ossa nel Salento, sotto l’egida del Lecce dove ha alterne fortune, prima di tornare alla casa base diventando un punto inamovibile dello scacchiere di Guidolin che gli dice: “Fai la fascia e non fermarti mai più”. Lui ha preso in parola il re della bicicletta ed ha cominciato a pedalare forte collezionando 123 presenze e realizzando anche 11 gol, prima di lasciare spazio, nell’ultima parte del torneo al giovane Widmer ennesimo gioiello grezzo nel Pozzo dei desideri. Adesso, alla soglia dei 29 anni, l’avventura nella Capitale. Chissà se avrà visto le immagini del 26 maggio quando Lulic ha castigato i giallorossi regalando una vittoria storica alla Lazio. Caro Dusan, benvenuto nella Capitale, quest’anno hai castigato la Roma e noi, di battere i giallorossi, non ne abbiamo mai ab…Basta..nza.

 

Cittaceleste.it

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy