FOCUS – Ecco le avversarie della Lazio in Europa League

FOCUS – Ecco le avversarie della Lazio in Europa League

Le avversarie: tutto quello che c’è da sapere su Rosenborg,Saint-Etienne e Dnipro

RANKING UEFA STAGIONALE - Con Lazio, Napoli e Fiorentina bel balzo!

ROMA – La Lazio è capitata in un girone tutto sommato abbastanza buono, contro i vice campioni dell’Europa League e due squadre come Saint-Etienne e Rosenborg, un vento che spira a Nord per la truppa di Pioli. Andiamo a conoscere le avversarie della squadra biancoceleste:

DNIPRO – Lo scorso anno la squadra ucraina ha concluso il campionato al terzo posto in classifica e ha raggiunto la finale dell’Europa League persa contro il Siviglia che ha staccato il biglietto per la Champions League. Il modulo preferito è il 4-2-3-1, squadra smantellata a causa della parenza di Kalinic verso Firenze. Ha perso anche Konoplyanka che si è trasferito proprio al Siviglia. La stagione in Ucraina è iniziata da cinque partite in cui la squadra del Dnipro ha raccolto 8 punti ed è reduce dal successo esterno contro il Balkany Zorya, occupando il quinto posto nel campionato ucraino. Nella sua storia la finale di Europa League è il suo miglior piazzamento livello europeo, mentre nel palmares figurano anche due vittorie nel campionato sovietico e una coppe dell’ex URSS.

SAINT-ETIENNE – Sono finiti i tempi in cui “Le Roi” incantava il muro verde, la tifoseria caldissima del Saint-Etienne. Le giocate di Platini sono valse l’ultimo titolo di Francia conquistato nel 1981, il decimo e ultimo nella storia del club. Ha iniziato la stagione in sordina, una vittoria, un pareggio e una sconfitta nella partita di esordio nella Ligue 1 contro il Tolosa. Tra le loro fila c’è anche Florien Pogba, fratello di Paul Pogba centrocampista della Juventus. Due anni fa l’ultimo titolo, la Coupe de la Ligue, conquistata in finale contro lo Stade Rennais per 1 a 0 grazie a una rete di Brandao. Lo scorso anno ha chiuso la stagione al quinto posto in classifica che gli è valso il prelminare di Europa Legue. Questa è la terza partecipazione consecutiva a una comptizione europea, cosa che non ccadeva dal 1982. Il ventennio 62/82 sono stati sicuramente gli anni d’oro per il club della Loira capace di vincere 7 scudetti e di raggiungere la finale di Coppa dei Campioni nella stagione 75/76 persa in finale contro il Bayern Monaco per 1 a 0 grazie a un gol di Roth. Il modulo preferito da Gatlier è il 4-2-3-1.

ROSENBORG – Dopo un dominio incontrastato in Norvegia che è valso 22 titoli conquistati, il club sta attraversando un periodo di transizione che dura da 5 anni, tanto è il periodo in cui i bianconeri sono rimasti a secco di successi. Ora però si torna a dominare: nella serie A norvegese occupa la prima posizione con 51 punti in 21 partite distanziato 7 lunghezze dallo Stabaek fermo a 44 punti. Occhio a bomber Soderlund capace di trafiggere le porte avversarie 19 volte in 21 presenze, una media pazzesca. Il modulo preferito da mister Ingebrigtsen è il 4-3-3. Nel suo palmares ci sono anche 9 coppe di Norvegia, l’ultima in ordine di tempo nella stagione 2002/03.

MATTEO BENEDETTI

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy