FOCUS – Quando la coppia-scoppia, dietro si balla

FOCUS – Quando la coppia-scoppia, dietro si balla

ROMA – Quando Andrè Dias si è toccato il flessore della coscia contro il Sassuolo, abbiamo tutti fatto i debiti scongiuri che non fosse nulla di grave, invece il brasiliano purtroppo starà fuori 20 giorni. L’affiatamento con Beppe Biava è acclarato e ha fatto le principali fortune del primo Reja…

ROMA – Quando Andrè Dias si è toccato il flessore della coscia contro il Sassuolo, abbiamo tutti fatto i debiti scongiuri che non fosse nulla di grave, invece il brasiliano purtroppo starà fuori 20 giorni. L’affiatamento con Beppe Biava è acclarato e ha fatto le principali fortune del primo Reja sulla panchina della Lazio, risultando sempre una delle difese meno battute del campionato. Con l’ex Genoa formavano una cerniera impenetrabile, che stava funzionando di nuovo anche nella nuova avventura del mister goriziano sulla panchina biancoceleste.

DUE PARTITE SENZA GOAL – La coppia addirittura aveva permesso a Berisha di non subire goal, nel mese di febbraio, per ben due partite di fila: a Verona contro il Chievo e nel derby contro la Roma la sua porta era rimasta inviolata, salvo poi capitolare nella trasferta di Catania dove la Lazio è uscita con un sonoro 3 a 1, facendo subire 3 goal e abbassando un po’ la media della coppia Biava-Dias.

DISASTRO CIANI – Da quando poi il gigante francese ha preso le redini della difesa le cose sono andate in maniera disastrosa. Pronti e via, si fa infilare da Floccari contro il Sassuolo, salvo poi subire un altro goal con la punizione gioiello di Floro Flores, a cui vanno aggiunte le quattro reti subite dai bulgari tra andata e ritorno per un totale di 6 goal subiti in tre partite, con una media di due goal a partita. Un campanello di allarme rosso fuoco che dovrà far meditare la società su possibili acquisti per la prossima stagione, con un Novaretti più in tribuna che in panchina e i due titolari in attesa di rinnovo, è tempo di programmare la difesa del futuro, ammesso che la volontà e la programmazione ci siano.

Roberto Maccarone – Cittaceleste.it

 

 

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy