Il fattore Klose simbolo di continuità

Il fattore Klose simbolo di continuità

di FEDERICO TERENZI ROMA – La Lazio batte il Livorno, sale all’ ottavo posto in classifica, in attesa di sapere il responso della sfida di questa sera tra Milan e Roma e, notizia non di poco conto, non prende goal per 180 minuti, un vero e proprio miracolo da raccontare…

di FEDERICO TERENZI

ROMA – La Lazio batte il Livorno, sale all’ ottavo posto in classifica, in attesa di sapere il responso della sfida di questa sera tra Milan e Roma e, notizia non di poco conto, non prende goal per 180 minuti, un vero e proprio miracolo da raccontare sottovoce. Marchetti e Berisha infatti non hanno preso goal ne contro il Trabzonspor in coppa e neanche in campionato. Anche se, questa imbattibilità, non rappresenta senza dubbio l’ unico precedente in questa stagione. Infatti c’è stato già un episodio, tra la fine di ottobre e i primi di novembre, quando la Lazio ha pareggiato a Limassol per 0 a 0, per poi battere il Cagliari con il punteggio di 2 a 0, grazie all’ ingresso di Klose a risolvere la gara. Insomma il Panzer rappresenta un valore assoluto, un fattore troppo importante per questa squadra, sarebbe bene cercare di blindarlo anche i prossimi anni. Ad una domanda fuori microfoni in mixed zone: “Potresti giocare in questa Lazio fino a 40 anni visto il livello, lo sai?”, lui ha risposto con una risata. Ora è il tempo della scelte per la società, Miro è un valore imprescindibile da non farsi scappare per nessuna cosa al mondo.

 

Cittaceleste.it

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy