Keita vs Kovacic, il nuovo che avanza

Keita vs Kovacic, il nuovo che avanza

ROMA – Non solo giocatori maturi nella sfida di questo pomeriggio all’ Olimpico tra Lazio e Inter. Le due società hanno infatti pescato tra i giovani due giocatori niente male che si stanno ritagliando il loro spazio a suon di goal e prestazioni sontuose. L’ Inter porta a Roma Mateo…

ROMA – Non solo giocatori maturi nella sfida di questo pomeriggio all’ Olimpico tra Lazio e Inter. Le due società hanno infatti pescato tra i giovani due giocatori niente male che si stanno ritagliando il loro spazio a suon di goal e prestazioni sontuose. L’ Inter porta a Roma Mateo Kovacic, un vero e proprio talento serbo in grado di spaccare in due le difese a suon di accelerazioni e una visione di gioco niente male, sulle spalle la maglietta numero 10, una responsabilità niente male mettersi sulle spalle un numero appartenuto a gente del calibro di Beccalossi e Sandro Mazzola, la storia dell’ Inter. Quest’anno ha collezionato 16 presenze e , molto probabilmente, potrebbe essere gettato nella mischia anche oggi pomeriggio. Lo scorso anno, una delle sue prime apparizioni è avvenuta proprio contro la Lazio, facendo sfoggio della sua classe. 


Dall’altra parte si risponde con il Nino Keita Balde Diao, il direttore sportivo Igli Tare lo ha pescato nella “cantera” del Barcellona insieme al suo gemello Tounkara. Danza sulle punte come un ballerino di Flamengo, dribbling ubriacanti, un genio ribelle che ha saggiato già le ire del senatore Radu. Con il Parma ha messo a sedere Mirante, con il Napoli ha messo a sedere l’intera retroguardia del Napoli prima di scaricare un destro che non ha lasciato scampo al povero Reina. Se ne sta lì, buono buono sulla fascia sinistra, prima di raggiungere il fondo e mettere dentro palloni invitanti per i comapgni. Nell’ ultima amichevole contro il Grifone Monteverde ha realizzato un goal e collezionando 5 assist per i compagni, un messaggio chiaro a mister Reja: “Io ci sono!”, chissà se il tecnico friulano, dopo un bel grappino, abbia recepito il segnale e lo faccia scendere in campo dal primo minuto.

Riccardo Focolari

Cittaceleste.it

 

 

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy