La Samp è un leone ferito

La Samp è un leone ferito

di FEDERICO TERENZI ROMA – Samp e Lazio, un filo conduttore che sta legando in maniera incredibile queste due società in questo scorcio di stagione. Garrone ,sguazzando nel suo petrolio, ha pescato prima il braccio di ferro Delio Rossi, e, deluso dalle prestazioni della squadra, ha tirato fuori dal suo…

di FEDERICO TERENZI

ROMA – Samp e Lazio, un filo conduttore che sta legando in maniera incredibile queste due società in questo scorcio di stagione. Garrone ,sguazzando nel suo petrolio, ha pescato prima il braccio di ferro Delio Rossi, e, deluso dalle prestazioni della squadra, ha tirato fuori dal suo barile un altro ex biancoceleste, Sinisa Mihajlovic. La squadra è veramente in caduta libera, con appena 9 punti conquistati in 12 giornate e terzultimo posto in classifica, peggio della Doria ha fatto solo il Chievo Verona.
Eppure gli investimenti sono stati fatti: Manolo Gabbiadini è stato strappato al Bologna e fino a questo momento ha realizzato tre centri ed, insieme a Eder, vecchio pallino della Lazio, rappresentano una coppia goal dalla discreta intesa che potrebbe creare qualche grattacapo alla retroguardia bianconceleste, in due hanno real
izzato sette goal. Altro nome da tenere sott’ occhio è il metronomo di centrocampo Obiang, scuola Juventus, tanta quantità a servizio della squadra. Chi delude un po’ è Krsticic, venuto dal Palermo con gli onori del caso, ma non sta incidendo. Occhio anche al dente avvelenato di Lorenzo De Silvestri, figlioccio di Delio Rossi, che guarderà alla sfida con particolare livore per dimostrare che la Lazio si era sbagliata sul suo conto mandandolo via in maniera troppo frettolosa. La Lazio vuole sfatare il tabù trasferta e continuare a veleggiare verso la zona Europa League, cercando di evitare di naufragare nel golfo ligure.

Cittaceleste.it

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy