Lazio contro la Dea è vietato sbagliare

Lazio contro la Dea è vietato sbagliare

ROMA – “Contro l’Atalanta sarà una partita fondamentale”, questo l’urlo dell’ammiraglio Reja che vuole portare la sua nave nel porto dell’Europa League. Per farlo avrà bisogno del suo miglior Klose: “Se torna ai suoi livelli sarà determinante”. Calendario alla mano questo sembra essere un turno troppo importante per la Lazio,…

ROMA – “Contro l’Atalanta sarà una partita fondamentale”, questo l’urlo dell’ammiraglio Reja che vuole portare la sua nave nel porto dell’Europa League. Per farlo avrà bisogno del suo miglior Klose: “Se torna ai suoi livelli sarà determinante”. Calendario alla mano questo sembra essere un turno troppo importante per la Lazio, ieri l’Udinese del sempre più immenso Di Natale – 185 centri in serie A – ha mandato di traverso la cena a Clarence Seedorf. Era Allegri il vero problema del Milan? Oggi invece ci sono due scontri diretti per l’Europa League, il Verona va a fare visita al Parma dei record che vuole ancora stupire.

A Milano invece Mazzarri vuole prendere il Toro per le corna e mantenere una discreta supremazia per la lotta all’ Europa League con un orecchio teso al lunch match tra Juventus e Fiorentina. Il turno più agevole, almeno sulla carta, spetta alla Lazio che è chiamata a non mancare i tre punti contro la Dea che ha vinto una sola volta in trasferta. Per Reja il filotto sarebbe un fagotto troppo ghiotto per salire sul treno dell’Europa.

 

Cittaceleste.it

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy