Lazio, l’attacco ti manda in B

Lazio, l’attacco ti manda in B

ROMA – C’è un dato, inquietante, che solleva tante perplessità intorno ai biancocelesti. La formazione di Reja, scorrendo la classifica della Lega Calcio, non compare infatti nella classifica cannonieri. Da Tevez a 18 gol, scorrendo fino a Eder a 9 gol, nessun calciatore dei capitolini appare nelle prime 20 posizioni.…

di redazionecittaceleste

ROMA – C’è un dato, inquietante, che solleva tante perplessità intorno ai biancocelesti. La formazione di Reja, scorrendo la classifica della Lega Calcio, non compare infatti nella classifica cannonieri. Da Tevez a 18 gol, scorrendo fino a Eder a 9 gol, nessun calciatore dei capitolini appare nelle prime 20 posizioni. Qualcosa d’inquietante se si aggiunge il dato complessivo delle reti fatte dalla Lazio: 37 goal fatti a fronte di 38 subiti. Una miseria per una società che, solo a parole, ha diramato proclami circa l’obiettivo di raggiungere un piazzamento europeo. Niente di più falso considerando i rinforzi arrivati nel mercato invernale che hanno acuito tale mancanza.

 

Compaiono in classifica: Juventus (3), Torino (2), Napoli (2), Fiorentina, Genoa, Inter, Verona, Milan, Sassuolo, Parma, Atalanta, Livorno, Udinese, Chievo, Roma e Sampdoria. Tutte con un attaccante più o meno di livello in grado di raggiungere la doppia cifra o averla a portata di mano. Lazio invece relegata nel nulla insieme a Bologna, Catania, Cagliari. Con un attacco da serie B, senza l’apporto di centrocampisti col vizio del gol, escluso un Candreva eclissatosi, è pronto a sbarcare a parametro 0 un altro oggetto misterioso, come Djordjevic, e si cerca disperatamente il rinnovo di Klose. Il tedesco, pur non segnando, resta l’ultimo uomo immagine di una rosa ‘mozzata’.

Gabriele Gerini

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy