Palombo & Ledesma, quando la fedeltà premia

Palombo & Ledesma, quando la fedeltà premia

di FEDERICO TERENZI ROMA – C’erano una volta dei vecchi impianti stereo, detti Hi-Fi, altà fedeltà. E’ proprio quello che accomuna due pezzi di storia di Lazio e Sampdoria che, nonostante gli anni passano, non hanno mai perso la loro fedeltà con i propri tifosi. Palombo ha tradito la fede…

di FEDERICO TERENZI

ROMA – C’erano una volta dei vecchi impianti stereo, detti Hi-Fi, altà fedeltà. E’ proprio quello che accomuna due pezzi di storia di Lazio e Sampdoria che, nonostante gli anni passano, non hanno mai perso la loro fedeltà con i propri tifosi. Palombo ha tradito la fede del pubblico doriano in una sola occasione quando non ha resistito alle sirene nerazzurre, ma a Milano sei uno dei tanti, a Genova sei un Re, e per riprendere lo scettro è ritornato accolto da un bagno di folla fuori dal comune. Per un attimo anche il filo conduttore tra la Lazio e il ragazzo della Patagonia si stava rompendo quando è stato messo fuori rosa. Poi la situazione è migliorata e il numero 24 biancoceleste è rimasto ed è un giocatore a cui la maglia da titolare è davvero difficile da togliere. Si ritroveranno oggi ancora una volta l’uno contro l’altro, uno a centrocampo e l’ altro in difesa. Due guerrieri, due bandiere di un calcio romantico offuscato dal dio denaro.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy