Poche volte così brutta, in 114 anni di storia.

Poche volte così brutta, in 114 anni di storia.

ROMA – Brutta come poche volte in 114 anni di storia. La Lazio sorprende, ma in negativo. Quella di oggi è la dimostrazione – per gli scettici – che il gioco scelto da Reja presuppone alcune variabili. Come il fatto che non sfruttando le poche (pochissime) azioni pericolose create, (vedi…

ROMA – Brutta come poche volte in 114 anni di storia. La Lazio sorprende, ma in negativo. Quella di oggi è la dimostrazione – per gli scettici – che il gioco scelto da Reja presuppone alcune variabili. Come il fatto che non sfruttando le poche (pochissime) azioni pericolose create, (vedi quella capitata a Klose ndr) rischi di perderla, la partita. Se ti va bene, pareggi: come accaduto oggi. Ma è davvero questo il cambio di passo di questa Lazio? Troppo presto per giudicare, evidentemente, ma se il buongiorno si vede dal mattino, allora c’è da farsi più di qualche domanda. Anderson – strabocciato da Reja -, continua ad essere inutile alla causa e altri giocatori, come Hernanes e Ederson, stentano nel prendere per mano questa squadra, che oggi più che mai s’è mostrata brutta. Che più brutta non si può.

Cittaceleste.it

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy