PRECEDENTI – Ultimo segno due nel 2007, Di Natale è la bestia nera

PRECEDENTI – Ultimo segno due nel 2007, Di Natale è la bestia nera

di FEDERICO TERENZI ROMA – Tra Udinese e Lazio, negli ultimi anni sono andate in scena sempre delle sfide importanti in chiave Champions League e per ben due volte consecutive la squadra friulana è riuscita ad estromettere la Lazio dai preliminari della massima competizione europea. In tutto, al Friuli, sono…

di FEDERICO TERENZI

ROMA – Tra Udinese e Lazio, negli ultimi anni sono andate in scena sempre delle sfide importanti in chiave Champions League e per ben due volte consecutive la squadra friulana è riuscita ad estromettere la Lazio dai preliminari della massima competizione europea. In tutto, al Friuli, sono stati disputati 34 incontri, il bilancio pende a favore dei padroni di casa con 13 successi a fronte di 10 pareggi e 11 sconfitte.

In tutto sono stati messi a segno 104 goal, 54 a favore dei padroni di casa e 50 per gli ospiti. La vittoria interna più larga è un 5 a 0 del campionato 1984/85 grazie ai goal di Galparoli, Zico, Carnevale, Mauro e Selvaggi. La vittoria esterna invece più larga è un 1 a 4, stagione 2001/2002 grazie ai goal di Crespo, autore di una doppietta, Liverani e Claudio Lopez che hanno risposto al momentaneo vantaggio iniziale siglato da Caballero. Di Natale risulta essere davvero una grande bestia nera per la Lazio. L’attaccante napoletano infatti è andato sempre a segno contro la Lazio negli ultimi 8 incontri disputati in terra friulana. L’ ultimo successo della squadra capitolina risale alla stagione 2006/07, un 2 a 4 che porta le firme di Stendardo, Mauri, Behrami e Rocchi a cui hanno risposto i goal di Iaquinta e Di Natale. Da allora, in sei icontri, tre pareggi e tre sconfitte per la Lazio a fronte di 5 goal fatti e 9 subiti.

 

Cittaceleste.it

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy