Sculli, un ingaggio da nababbo, si vede solo in Primavera

Sculli, un ingaggio da nababbo, si vede solo in Primavera

di FEDERICO TERENZI Giuseppe Sculli, un caso davvero strano in casa Lazio per uno che, in allenamento con la prima squadra non si vede mai. Riappare come per magia, da chissà quale anfratto nascosto del labirinto di Formello, il sabato per dare una mano alla Primavera. Stanco e appesantito riesce…

di FEDERICO TERENZI

Giuseppe Sculli, un caso davvero strano in casa Lazio per uno che, in allenamento con la prima squadra non si vede mai. Riappare come per magia, da chissà quale anfratto nascosto del labirinto di Formello, il sabato per dare una mano alla Primavera. Stanco e appesantito riesce comunque a far valere la sua presenza tra i giovani della Lazio, doppietta contro l’ Avellino e goal anche contro il Bari. La cosa non è stata affatto digerita bene dagli avversari:”Non mi sembra giusto che la Lazio vinca schierando un giocatore fuori quota.” Parla a fine gara un dirigente del Bari.

INGAGGIO DA UN MILIONE DI EURO – La cosa curiosa e molto particolare è il suo ingaggio, vicino al milione di euro, superiore a quello di qualche big biancoceleste o comunque sulla stessa linea. Un caso davvero strano per uno che in allenamento non si vede mai. Risulta essere considerato come fuori rosa, perchè rinnovargli il contratto per un’ altra stagione e fargli anche un ritocco dell’ingaggio? Casi strani a cui qualcuno, prima o poi, dovrà dare delle spiagazioni. In fondo la Lazio avrebbe bisogno di qualche attaccante li davanti, visto che Petkovic ha le pedine davvero contante, almeno porterebbe un po’ di esperienza. Come può la Lazio permettersi un giocatore in rosa, fino al 2015, senza che disputi nemmeno una partita con la prima squadra? Non era forse meglio investire quei soldi per comprare qualche giocatori oppure metterli al monte ingaggi di qualche big con il muso lungo come Marchetti o Hernanes per tentare di blindarli qui alla Lazio? L’ ennesima follia di una gestione della rosa che sfiora lo psicodramma e lo specchio della fino a qui deludente stagione della Lazio.

 

Cittaceleste.it

 

 

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy