#SUPERCOPPA – Regia disastrosa: accuse Rai-Cina!

#SUPERCOPPA – Regia disastrosa: accuse Rai-Cina!

SHANGHAI – Di Juventus-Lazio di Supercoppa giocata a Shanghai si ricorderà più che il risultato (2-0 per i bianconeri) le orribili riprese della regia cinese, l’imbarazzo in tv, le scuse in diretta del telecronista Rai Alberto Rimedio e le ironie della Rete. Ma, come spesso accade in questi casi trovare…

SHANGHAI – Di Juventus-Lazio di Supercoppa giocata a Shanghai si ricorderà più che il risultato (2-0 per i bianconeri) le orribili riprese della regia cinese, l’imbarazzo in tv, le scuse in diretta del telecronista Rai Alberto Rimedio e le ironie della Rete. Ma, come spesso accade in questi casi trovare un responsabile sarà impresa ardua perché finora si sono susseguite accuse incrociate e scarichi di responsabilità.

LE SCUSE RAI – La regia si è dimostrata «non all’altezza», come ha sottolineato il telecronista Rai in diretta: replay del tutto casuali (spesso proprio mentre il pallone era in diretta in area di rigore) o addirittura il doppio fischio dell’arbitro alla fine del primo tempo quando il cronometro messo a disposizione della regia cinese segnava 43 minuti e 30”. La Rai, prima con i suoi telecronisti, poi con un comunicato ufficiale ha chiesto scusa, precisando: «In merito alla finale di Supercoppa Italiana a Shanghai tra Juventus e Lazio la Lega Calcio ha tenuto per sé i diritti di ripresa e regia dell’evento. La Rai aveva unicamente i diritti di messa in onda e rinnova le scuse ai telespettatori». Primo scaricabarile: prendetevela con la Lega Calcio che ha organizzato l’evento ben sponsorizzato.

GIUSTIFICAZIONI LEGA – La ruota è seguita la giustificazione della Lega Calcio. Secondo comunicato, che recita: «La Lega Serie precisa che la produzione e la regia televisiva dell’evento, come in tutte le precedenti edizioni in Cina, sono state fornite dalla Uvs Co. Ltd, società cinese licenziataria dell’organizzazione della competizione, che le ha appaltate all’emittente locale Shanghai Tv». Ecco, allora è tutta colpa dei cinesi che non sanno fare le riprese. E infine è il comitato di redazione di Raisport ad intervenire e ad alzare la voce «sull’indegno prodotto» andato in onda, discolpandosi: «Dobbiamo tornare ad avere registi Rai per le partite che mandiamo in onda. È l’unica ricetta possibile per evitare figuracce come quella della Supercoppa italiana» ma «non abbiamo colpe per questa regia». Il Cdr spiega di non poter «più accettare un sistema che delega la gestione tecnica di un evento a società di produzione che spesso e volentieri non garantiscono lo stesso livello qualitativo dei professionisti interni della Rai» e – si legge oggi sul Corriere della Sera – chiede alla Rai «di valutare se esistono gli estremi per chiedere i danni alla Lega di Serie A per come ha gestito in maniera approssimativa il primo grande match della stagione». Adesso non ci resta che attendere che cosa ci racconteranno i cinesi.

Citttaceleste.it

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy