Tra presente e futuro

Tra presente e futuro

di FEDERICO TERENZI ROMA – Bagno di folla ieri al Lazio Style di via Prenestina, circa 400 tifosi non hanno voluto far mancare il loro affetto ai propri beniamini, Keita Perea e Pereirinha si sono intrattenuti con loro per circa due ore e mezza firmando autografi e concedendo scatti, tanto…

di FEDERICO TERENZI

ROMA – Bagno di folla ieri al Lazio Style di via Prenestina, circa 400 tifosi non hanno voluto far mancare il loro affetto ai propri beniamini, Keita Perea e Pereirinha si sono intrattenuti con loro per circa due ore e mezza firmando autografi e concedendo scatti, tanto che Keita, scherzando, ha detto: “Mi prenderà un infortunio alla mano fratello!

IN DOLCE COMPAGNIAPerea e Pereirinha non si sono presentati da soli, ad accompagnarli le loro fidanzate, per Bryan anche la mamma non ha voluto mancare all’appuntamento, ogni scarrafone è bello a mamma soja, diceva Pino Daniele. Keita invece è solitario con le sue scarpe borchiate, un marchio di fabbrica stile Tony Manero, le ragazzine lo adorano.

DUE CARATTERI DIVERSI Perea e Keita, dai loro piedi passa il futuro dell’ attacco biancoceleste. Due caratteri diversi ma un solo obiettivo: fare goal. Il nino ex blaugrana ha la faccia da furbetto, quello che non si lascia passare nulla sotto al naso e che saprebbe nasconderti il pallone per farlo riapparire qualche secondo dopo. Il Coco invece è più riservato, sembra ancora molto spaesato, essere catapultato dalla Colombia in Italia non è così facile, ha ancora difficoltà con l’italiano e deve capire ancora le dinamiche del Bel Paese, ma sul campo ha risposto presente con una capocciata a Varsavia che gli è valso il primo goal con la maglia della Lazio. Il Nino invece ha ubriacato la difesa del Napoli, un goal inutile ma di una bellezza più unica che rara, oltre ad aver messo a sedere Mirante per il momentaneo vantaggio a Parma contro gli uomini di Donadoni.

OSSERVATI SPECIALIReja li guarda e scruta in allenamento, qualche chance per ritagliarsi uno spazio l’avranno sicuramente in questa stagione colma di impegni per la Lazio. L’ ex Primavera è in trampolino di lancio contro il Bologna e non è detto che non possa scendere in campo. Perea invece deve scalare la montagna Klose, impresa ardua ma osservando le sue rocce può carpirne segreti utili per la sua crescita.

KEITA E PEREA GESTO D’ INTESA SOTTO L’ALA DI KLOSE – A chiusura della giornata una foto significativa sotto la gigantografia di Klose, il maestro del goal da cui prendere esempio, da cui carpire i segreti migliori per andare in rete. Il Panzer potrebbe passare il testimone a fine stagione con un rinnovo di contratto che sembra essere molto lontano. Sarà sulle spalle del Nino e del Coco che si reggerà l’attacco del futuro della Lazio. Il loro sguardo verso un campione affermato è la cartolina migliore di questo inizio del 2014, con l’augurio che possano emularne le gesta migliori.

 Cittaceleste.it

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy