E in coppa Reja punta su Keita

E in coppa Reja punta su Keita

ROMA – L’attacco under 20 per sbancare il San Paolo e prendersi il doppio derby di Coppa Italia. Reja ha deciso: punterà sulla freschezza, sul talento e l’esuberanza dei giovani. Felipe Anderson, Perea, Keita: la difesa ballerina del Napoli nel mirino. Zio Edy ha voglia di andare avanti, non intende…

ROMA – L’attacco under 20 per sbancare il San Paolo e prendersi il doppio derby di Coppa Italia. Reja ha deciso: punterà sulla freschezza, sul talento e l’esuberanza dei giovani. Felipe Anderson, Perea, Keita: la difesa ballerina del Napoli nel mirino. Zio Edy ha voglia di andare avanti, non intende perdere l’imbattibilità che dura dal 6 gennaio, sogna la tripla sfida con la Roma (9 febbraio in campionato, 5 e 12 nelle eventuali semifinali di Coppa Italia) nel giro di una settimana. Conosce alla perfezione Benitez, proverà a incastrarlo come ha fatto con Conte. Difesa a tre per arginare la coppia Higuain-Pandev. E grande corsa sulle corsie esterne per ripartire e bucare il Napoli in contropiede. 

 

CANDREVA  Le prime prove tattiche sono andate in scena ieri mattina a Formello. E la sorpresa, camuffata dopo la partita di sabato notte con la Juve, ha preso corpo. Era annunciata la panchina di Miroslav Klose, tenuto di scorta per un ingresso eventuale nel finale di partita o nei supplementari. Era meno scontato immaginare che Felipe Anderson e Keita sarebbero entrati nel blocco dei titolari. L’idea di Reja è quella di attaccare i terzini del Napoli: servono il passo e la gamba per scappare in velocità. Il Profeta danza sul pallone, non è uno sprinter. Felipe Anderson, almeno con il Parma, ha dimostrato di possedere scatto e buona tecnica. Dovrà provare a sfruttare l’occasione, creata sul versante destro dalla probabile indisponibilità di Antonio Candreva. Il centrocampista azzurro ieri mattina non si è allenato. Aveva qualche linea di febbre e un principio di influenza. Lo staff medico lo ha rispedito subito a casa. Questa mattina verranno ricontrollate le sue condizioni e Reja deciderà se inserirlo o meno nella lista dei convocati. E’ in dubbio, potrebbe restare a casa, al massimo troverà posto in panchina. Ha vent’anni Felipe Anderson, cento presenze con il Santos e si porta dietro le aspettative create da quei 9 milioni di euro spesi da Lotito per portarlo a Formello. Il rodaggio è quasi finito, si sta adattando al calcio italiano, ora deve cominciare a incidere.

 

TRIPLETTA  Edy punterà sulla rabbia di Keita, sganciato nel finale della partita con la Juve. Quel tiro alla Del Piero, timbrato dal palo, ha fatto fremere l’Olimpico e tremare Conte. E’ un potenziale campione il numero 14 della Lazio. Ha spaventato la Juve. Ha già fatto male al Napoli, la sua vittima preferita. Non serve ricordare il gol da favola realizzato all’inizio di dicembre, quando provò a riaprire la sfida di campionato, seminando il panico nella difesa partenopea. Taglio da sinistra a destra, lungo il limite dell’area di rigore, penetrazione e tiro potente sotto la traversa: era il gol del 2-3, subito dopo arrivò il sigillo di Callejon in contropiede. Keita, però, aveva già segnato al Napoli. Era il 24 agosto, prima giornata del campionato Primavera: finì 5-1 per la Lazio di Bollini. Doppietta di Keita, lo spaventa-Napoli. Quando vede i partenopei si esalta. L’angelo colombiano Perea guiderà l’attacco della Lazio. E’ il re del pressing e del contropiede. Vola come il figlio del vento. E la maglia da titolare se l’è guadagnata realizzando una doppietta negli ottavi con il Parma, due settimane fa. Toccherà a Brayan metterci l’anima in attesa che Klose, il suo maestro, si alzi dalla panchina.

 

FORMAZIONE Le sorprese non sono finite, anche se in parte erano già state annunciate. Tra i pali toccherà ancora all’albanese Etrit Berisha. Difesa a tre con Ciani, Novaretti (centrale) e Dias. Riposo a Biava. Oggi il provino decisivo per Radu, che dovrebbe essere risparmiato per il Chievo. Sulla corsia sinistra tornerà Senad Lulic. A destra Reja ha provato Pereirinha. Il portoghese potrebbe avere una chance e se la gioca con Konko. Cavanda sembra destinato alla panchina. Stesso discorso per Biglia e Gonzalez. Il tandem dei mediani verrà formato da Onazi e Ledesma. Il trio Felipe Anderson-Perea-Keita a completare il 3-4-2-1 di Reja. Attacco under 20 per regalarsi il doppio derby di Coppa Italia.

Corriere dello Sport

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy