Finisce la storia, inizia la leggenda: Miro per sempre!

Finisce la storia, inizia la leggenda: Miro per sempre!

63esimo centro con la maglia biancoceleste: adesso Klose è il miglior marcatore straniero (con Pandev) della storia della Lazio

ROMA – E’ un applauso infinito che diventerà “Mito”. Finisce la storia di Klose con la Lazio, inizia la sua leggenda. Danke Miro sulle arcate del Colosseo, dalle Alpi alla Piramide. Tutta Roma saluta il campione del mondo, dopo 5 anni capitali. All’Olimpico cadono lacrime dal cielo e dai volti. Stavolta sciolgono persino lui, il gelido panzer: “Siete straordinari”, singhiozza guardando i visini commossi dei figli Luan e Noah. Con lui in campo sino al fischio d’inizio di Lazio-Fiorentina.

>>> MERCATO, ARRIVA IL PRIMO ANNUNCIO

DISASTRO – Sembra tutto pronto per la grande festa di Klose anche nei numeri, un eurogol di Lulic al volo nel sette bagna la sfida. Ma poi c’è la solita difesa colabrodo della Lazio a rovinare tutto. Dopo mezz’ora Vecino pareggia, Konko e Bisevac crollano maldestramente sul raddoppio di Bernardeschi, Gentiletti viene seminato nel tris di Tello. Stavolta nemmeno Marchetti è super, così la Lazio subisce 3 gol nel primo tempo per la terza volta (le altre con Chievo e Sparta Praga) in questa stagione. E incassa pure il poker nella ripresa con la doppietta di Tello.

>>> MERCATO LAZIO, SENTITE… VIDAL!

RECORD – Dimenticate il risultato, perché stasera c’è solo Klose. Record di Pandev eguagliato contro la Fiorentina, la vittima sacrificale preferita (7 gol segnati) del tedesco. E pensare che nemmeno voleva batterlo, Miro, il rigore conquistato da Lulic. Felipe glielo chiede due volte: “Dai, batti tu”, gli risponde Klose, poi trascinato sul dischetto a furor di popolo. Sessantaquattresimo centro con la maglia biancoceleste, ora anche lui è il miglior straniero della storia del club capitolino. E’ Miro per sempre.

Cittaceleste.it

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy