IL PIANO – Partita fisica, Mauri rischia la panchina

IL PIANO – Partita fisica, Mauri rischia la panchina

Il piano di Pioli sembra fatto o quasi. Restano due allenamenti, oggi a Formello e domani mattina a Torino, per rimettere in discussione la formazione. Le indicazioni sono chiare. Tre centrocampisti per aumentare la densità sulla linea mediana. Di fronte ai campioni della Juve, appare scontato il ritorno al 4-3-3…

Il piano di Pioli sembra fatto o quasi. Restano due allenamenti, oggi a Formello e domani mattina a Torino, per rimettere in discussione la formazione. Le indicazioni sono chiare. Tre centrocampisti per aumentare la densità sulla linea mediana. Di fronte ai campioni della Juve, appare scontato il ritorno al 4-3-3 come era accaduto al San Paolo di Napoli nella semifinale di ritorno di Coppa Italia. Mancherà Parolo e allora Pioli lo sostituirà con Senad Lulic, che sino all’inizio di gennaio era stato impiegato stabilmente da incursore. Tornerà al ruolo di mezz’ala ricoperto nel girone d’andata e anche nel primo semestre del 2014 sotto la guida di Reja e Bollini. Lulic si era adattato a muoversi da terzino sinistro con l’Empoli, ora occorre il suo movimento e i suoi contrasti in mezzo al campo. Biglia agirà da regista, vertice basso con un occhio alla fase di contrasto e di avvio dell’azione davanti alla difesa.

 

 

Danilo Cataldi, definito il nuovo Marchisio da Pioli, agirà come interno destro di sostegno alla regìa. Lulic accompagnerà la manovra offensiva. Dispone dell’accelerazione giusta per ripartire o accompagnare l’azione con l’inserimento. Tornare alla formula classica significherà abbandonare, almeno in partenza, il 4-2-3-1 e l’utilizzo contestuale dei quattro tenori. Rischia la panchina Mauri. E’ una partita fisica con la Juve, ci vuole grande corsa. Probabile l’ingresso del capitano a partita in corso, a meno che Pioli non sacrifichi Candreva per tenere stabilmente Mauri nella zona in cui agirà Pirlo e dare sostegno a Klose, punta centrale. Il tridente più probabile sembra quello formato dal tedesco con Felipe Anderson e Candreva a creare movimento sulle corsie esterne. A disposizione c’è anche Keita. Lo spagnolo è in condizioni scintillanti di forma e Pioli s’è molto dispiaciuto per non averlo inserito in corsa con l’Empoli a causa dell’espulsione di Novaretti. Il cambio era già pronto ed è stato cancellato dal rosso all’argentino.(fonte: Corriere dello Sport)

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy