L’ALBA DEL GIORNO DOPO – Senza l’Olandese, Lazio sempre ko. Tevez schianta Cana e Mauricio

L’ALBA DEL GIORNO DOPO – Senza l’Olandese, Lazio sempre ko. Tevez schianta Cana e Mauricio

ROMA – Due gol in novanta minuti, la Lazio non può fare a meno di Stefan De Vrij. Vince la Juventus di Tevez, schiantata la retroguardia composta da Cana e Mauricio, l’assenza del centrale olandese si è rivelata determinante (finora è mancato quattro volte e la Lazio ha sempre perso).…

ROMA – Due gol in novanta minuti, la Lazio non può fare a meno di Stefan De Vrij. Vince la Juventus di Tevez, schiantata la retroguardia composta da Cana e Mauricio, l’assenza del centrale olandese si è rivelata determinante (finora è mancato quattro volte e la Lazio ha sempre perso). Nelle nove gare precedenti (compresa la Coppa Italia con il Napoli) la banda Pioli aveva incassato solo 2 gol (da Dybala e Cossu), è bastata una partita per raddoppiare il numero. Supremazia bianconera, ma i rimpianti aumentano: De Vrij è il leader del reparto, trasmette sicurezza e fiducia ai compagni, lo stesso Mauricio al suo fianco diventa insuperabile. È proprio il brasiliano, confuso e a tratti spaesato, a non salire sul primo gol della Juventus. L’ex Feyenoord resterà out almeno un’altra settimana, Pioli incrocia le dita e spera di riaverlo al più presto.

 

 

Allo Stadium qualche errore anche da parte di Cana, lento e indeciso sulla discesa vincente di Bonucci: «Quest’anno il mister ha dato un’altra mentalità alla squadra – ha svelato l’albanese al termine dell’incontro – anche sul modo di difendere. Dice sempre che sul rinvio dobbiamo lasciare dietro di noi l’avversario, siamo saliti, ma lo abbiamo fatto solo a metà. Poi sul secondo gol ci siamo trovati sbilanciati, non c’è stata comunicazione e la Juve ci ha puniti».

Eppure la Lazio ha provato a fare la partita, un atteggiamento positivo e propositivo sin dall’inizio: «Siamo venuti per giocare il nostro calcio, come abbiamo fatto negli ultimi mesi. Quando però affronti formazioni come la Juve qualsiasi disattenzione la paghi subito. Loro hanno segnato sulle due occasioni che hanno avuto, poi è stato difficile per noi rientrare in partita».

Napoli a meno otto e Roma a meno uno (in attesa degli incontri di oggi), la Lazio resta favorita per entrare in Champions, nonostante un calendario complicato soprattutto nel finale. Cana non ha dubbi, nessun calcolo, il prossimo impegno resta come sempre quello più importante: «Sappiamo benissimo che ci aspettano gare molto difficili. Non abbiamo mai ragionato su questo e continueremo a fare così. È chiaro che più partite vinciamo adesso e più potremmo gestire meglio le ultime. Giochiamo bene, ci divertiamo, abbiamo lo spirito giusto e contro il Chievo Verona vogliamo subito tornare a vincere». Cana partirà titolare anche domenica prossima, farà coppia con Mauricio, in settimana lavorerà proprio al fianco del brasiliano e insieme analizzeranno con attenzione gli errori di ieri sera. In attesa di De Vrij, il ministro della difesa. (Il Tempo)

Cittaceleste.it

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy