Lazio,il Diavolo non veste Prada

Lazio,il Diavolo non veste Prada

ROMA – Dopo aver vestito degli abiti eleganti, di tutto punto il Diavolo ha sgualcito i suoi panni ed ha salutato mestamente la Champions League matato da un Atletico Madrid affamato che lo ha punito in cinque occasioni. Sono finiti i tempi dello spendi e spandi, degli eccessi, il Milan…

di redazionecittaceleste

ROMA – Dopo aver vestito degli abiti eleganti, di tutto punto il Diavolo ha sgualcito i suoi panni ed ha salutato mestamente la Champions League matato da un Atletico Madrid affamato che lo ha punito in cinque occasioni. Sono finiti i tempi dello spendi e spandi, degli eccessi, il Milan è alle prese con una rivoluzione epocale, dal doppio amministratore delegato, senza trascurare un possibile cambio di rotta dal punto di vista societario nonostante le grandi smentite di rito. Zio Fester Galliani, sente la presenza ingombrante di Barbara, ogni scarrafone è bello a mamma soja, e soffre di claustrofobia, non avendo più libertà di manovra dal punto di vista del mercato.Tradotto: undicesimo posto in classifica, a undici punti dal Parma, ultimo treno utile per l’Europa e una sonora sconfitta per 4 a 2, proprio ad opera del figliol prodigo Donadoni ancora da digerire.

La bacchetta di Clarence sembra essere inceppata, ma all’Olimpico cercherà di ritrovare la magia perduta. Il Diavolo è ferito, ma potrebbe sempre creare tanti problemi, il tridente della forca ha sempre sulle punte Balotelli che, testa a parte, potrebbe risolverti la partita in qualunque modo. Senza trascurare la saudade rossonera di Kakà che, a dispetto del cognome, dispensa assist a go go ed incarna l’anima dei tifosi a caccia di un idolo a cui aggrapparsi. Occhi anche a Taarabt che, dopo l’esperienza al QPR, vuole guadagnarsi la conferma e risulta una pallina da flipper impazzita, capace di fare male e galleggiare tra le linee della mediana avversaria. Al pastore Reja il compito di rispedire il Diavolo negli inferi e solcare la via verso l’Europa.

Cittaceleste.it

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy