Lazio-Inter, la partita del cuore senza battiti all’Olimpico

Lazio-Inter, la partita del cuore senza battiti all’Olimpico

Due squadre gemellate, ma senza tifosi sugli spalti. Entrambe pensano già alla prossima stagione, i biancocelesti dovranno concentrarsi sul riscatto

Lazio

ROMA – Sarebbe stato un big match, in altri tempi, quelli d’oro. Lazio-Inter invece sarà una partita come le altre, in mezzo al solito deserto dell’Olimpico a cui, purtroppo, siamo abituati. E la colpa sappiamo di chi è. Due squadre gemellate, due tifoserie che si sono sempre rispettate e “volute bene”, quasi come sorelle. Ma lo spettacolo sarà comunque risicato perché Lazio e Inter già da tempo hanno in mente solo la prossima stagione, i movimenti di mercato e il futuro. Tutto il resto è noia. Lazio fuori dai giochi da tempo, Inter a -7 dai giallorossi. A tre gare dalla fine del campionato la Champions per i nerazzurri rimane un sogno. Una partita tra tifoserie deluse e ferite: dalla stagione, dai giocatori, dagli allenatori, da tutto.

L’INCONTRO – Ci sarà comunque qualcosa di “magico” nell’incontro tra mister: Inzaghi da una parte, Mancini dall’altra, compagni di Lazio, di scudetto, di trofei, di ricordi. La prima volta contro in serie A, da tecnici si intende. Simone con la speranza, in caso di vittoria, di provare a convincere Lotito e Tare per la prossima stagione; Mancini oramai senza ambizione, solo la voglia di ripartire con una squadra ancora più forte e provare a riportare l’Inter tra le grandi.

Cittaceleste.it

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy